Manca la determina di pagamento per la perizia, la Scuola Balbo non apre

Manca la determina di pagamento per la perizia, la Scuola Balbo non apre

La Scuola Elementare di Via Italo Balbo

La Scuola Elementare di Via Italo Balbo

Sine pecuniae ne cantantur missae, dicevano i latini. O meglio, se non verrà presentata alcuna relazione. Già, perché sembra legata tutta ad un discorso puramente economico l’apertura del plesso scolastico “Ragazzi del Mondo” di Via Italo Balbo a Scauri, di cui abbiamo già dato anticipazione. Il Comune di Minturno, infatti, ad oggi non ha ancora formalizzato l’incarico né dell’ingegner Daniele Sparagna né tantomeno della ditta Logos di Cassino, azienda specializzata nelle indagini strutturali. Insomma, manca la determina del responsabile del servizio che attesti non solo l’affidamento dell’incarico ma anche l’importo e il relativo pagamento, intorno ai 12mila euro. Per cui, finché verrà prodotto il documento, la relazione non sarà consegnata all’amministrazione comunale. Sarebbe, dunque, questo il motivo per cui ancora oggi non si è provveduto ad aprire l’istituto scolastico di Via Italo Balbo, chiuso come si ricorderà dalle vacanze natalizie per effettuare le perizie sulla staticità. Dal 7 gennaio, infatti, secondo le decisioni della dirigente scolastica Maria Rosaria Graziano, le tre sezioni di Scuola dell’Infanzia sono state spostare al Plesso Marina dell’I.C. “Scauri”; le classi prime del Plesso Balbo nel Plesso “De Santis” di Marina dell’I.C. “Minturno”; infine le classi seconde, terze, quarte e quinte presso il Plesso “Fedele” dell’I.C. “Scauri”. Eppure, secondo quanto si apprende, le indagini avrebbero dato esito positivo, emergendo soltanto problemi facilmente risolvibili nel sistema antincendio (poche migliaia di euro per la sua sistemazione), mentre risulta non preoccupante la staticità dell’immobile. La Logos ha effettuato diverse prove sul solaio, sulle fondazioni, sulle murature e sull’acciaio della struttura. La relazione sarebbe pronta addirittura già da un mese ma di determina neanche l’ombra. La ragione, dunque, è meramente economica, dicevamo. Eppure i soldi per pagare il trasporto scolastico degli alunni della scuola Balbo nelle altre scuole evidentemente ci sono e l’amministrazione comunale prevede che tale servizio, provvisorio, andrà coperto addirittura fino alla fine di aprile. Secondo quanto si legge nella delibera di giunta 42/2014 del 19 febbraio (disponibile alla fine dell’articolo), ad oggetto le determinazioni sul servizio di trasporto scolastico straordinario e provvisorio, sarà da pagare alla Golfo Trasporti la somma totale di 11.990 euro per i mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile, da prevedere nel redigendo bilancio di previsione 2014. In particolare, la ditta ha già presentato fattura per il periodo dal 7 al 31 gennaio per un importo di 2.530 euro, mentre nei mesi successivi, secondo i preventivi presentati, a febbraio 3.190 euro, a marzo 3.410 euro e infine ad aprile 2.860 euro. Totale 11.990 euro, iva inclusa. Ora, la domanda nasce spontanea: le somme relative ai mesi di marzo e aprile non potevano essere destinate per pagare i tecnici, avendo anche un risparmio sulle casse comunali, e ricevere finalmente la relazione propedeutica all’apertura del plesso Balbo? Perché temporeggiare ancora e arrecare ulteriori disagi agli scolari? Come al solito, sono le stranezze della pubblica amministrazione.
Giuseppe Mallozzi
DOWNLOAD: Delibera GC 42-2014

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share