Teatro Romano, cala il sipario: salta la stagione di spettacoli

Teatro Romano, cala il sipario: salta la stagione di spettacoli

Teatro Romano di Minturnae

Teatro Romano di Minturnae

Salta la stagione teatrale di Minturnae. La notizia si è appresa in questi giorni nei corridoi del palazzo comunale, anche se dalla giunta Graziano non proviene ancora alcuna ufficialità. Dopo anni di successi, dunque, il tradizionale cartellone del mese di agosto presso il comprensorio archeologico non si svolgerà. Le motivazioni sono da addebitare a diversi fattori. In primis la mancata programmazione, dovuta al fatto di aver avuto una gestione commissariale incaricata di svolgere la normale amministrazione.

La nuova giunta Graziano ha analizzato la possibilità di «salvare il salvabile» ma i tempi sono troppo ristretti per mettere in piedi un programma adeguato. A questo si aggiunge anche la disponibilità di fondi, che è pari allo zero: non è un segreto quanto le casse comunali siano in crisi. Tra l’altro, è da approvare per la fine di giugno il bilancio di previsione e sul documento ancora non è stata fatta chiarezza dall’assessore al ramo, Gianfranco Colacicco, che sta attendendo le relazioni dei capiservizio sullo stato di ogni ufficio.

E non è finita qui, perché uno stop giunge anche dalla direttrice del comprensorio archeologico, la sovrintendente Giovanna Rita Bellini, la quale ha riferito quanto sia compromesso il palco del teatro. Infatti, le assi di legno sono quasi tutte deformate, molte anche danneggiate seriamente. Insomma, la piattaforma sarebbe da rifare completamente e oltretutto l’intenzione della dottoressa Bellini sarebbe quella di ripristinare il palco così com’era in origine. Quindi no all’utilizzo di materiali o legni moderni, come ad esempio il compensato. La struttura dovrà, quindi, rispettare i canoni romani per armonizzarsi con la cavea dell’anfiteatro.

Da parte sua il neodelegato alla cultura Enrico Bruno è già al lavoro con l’organizzazione del programma dell’Estate al Borgo e al Mare. I tempi sono ristretti ma a quanto pare ci sono possibilità per evitare che quest’anno i turisti e i residenti rimangano a «digiuno» di spettacoli, attività culturali e ludiche.
Giuseppe Mallozzi

La Provincia 13-03-2012

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share