• Home »
  • Cronaca »
  • Utilizzo di un’Ape Car del Comune di Minturno, assolti l’ex sindaco Pino Sardelli e due dipendenti comunali
Utilizzo di un’Ape Car del Comune di Minturno, assolti l’ex sindaco Pino Sardelli e due dipendenti comunali

Utilizzo di un’Ape Car del Comune di Minturno, assolti l’ex sindaco Pino Sardelli e due dipendenti comunali

Pino Sardelli

Pino Sardelli

Assolti per non aver commesso il fatto. L’ex sindaco di Minturno, Pino Sardelli, e gli altri due imputati, Maurizio Fiore, allora impiegato dell’ufficio tecnico, e Salvatore Scipione, dipendente comunale, sono stati prosciolti da ogni accusa, per il reato di peculato, per un fatto risalente all’estate del 2007. Una vicenda singolare e a tratti divertente. Nocciolo della questione un mezzo a tre ruote di proprietà del Comune di Minturno, un’Ape Piaggio, che era stata utilizzata per il trasporto di un cancello di un privato. Il cancello, infatti, doveva essere trasportato da un capo all’altro del piazzale dell’ex fabbrica Sieci di Scauri. In tutto soli cento metri. Ovviamente un cancello di ferro battuto non si può certo spostare a mano e per questo è stata utilizzata l’Ape, che si trovava parcheggiata in un locale di proprietà comunale nell’area delle Sieci. E’ stato un cittadino ad accorgersi di quanto stava avvenendo, avendo notato la scritta “Comune di Minturno” a caratteri cubitali sugli sportelli del mezzo a tre ruote. Per questo si è insospettito che si stessero utilizzando dei veicoli comunali per scopi privati e ha denunciato il fatto alle forze dell’ordine. La pubblica accusa ha ipotizzato non solo lo spostamento del cancello ma addirittura che fossero stati svolti i lavori per l’installazione a carico del Comune. Pertanto, aveva chiesto per Pino Sardelli e Salvatore Scipione la condanna a un anno, mentre per Maurizio Fiore la condanna a un anno e quattro mesi, in quanto per quest’ultimo insisteva anche il reato di falso. Questa mattina il collegio del Tribunale di Latina presieduto dal giudice Pierfrancesco De Angelis ha invece accolto le richieste degli avvocati difensori Massimo Perrino, Claudio Golino e Ferruccio Rizzi, che hanno rigettato tutte le accuse, decidendo quindi per la piena assoluzione dei tre imputati.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share