L’Istituto Comprensivo di Scauri festeggia il 153° anniversario dell’Unità Nazionale

L’Istituto Comprensivo di Scauri festeggia il 153° anniversario dell’Unità Nazionale

festeggiamenti unita italia IC Scauri (1)Gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Scauri, nella mattinata di lunedì scorso, hanno animato e creato la giusta atmosfera di festa, così come deve essere quando si celebra un compleanno, per celebrare il 153° anniversario dell’Unità Nazionale. In tutti i plessi, in uno scenario variopinto, ricco di coccarde e bandiere tricolore, gli alunni, dai più piccini dell’infanzia ai bambini della primaria ai ragazzi della scuola secondaria di I grado, mano destra sul petto hanno intonato, nella versione integrale, l’Inno di Mameli. Inoltre, hanno raccontato con balletti, poesie, musiche, racconti storici gli avvenimenti che hanno accompagnato e portato alla proclamazione del Regno d’Italia. Molte le riflessioni sui valori dell’Unità d’Italia.
festeggiamenti unita italia IC Scauri (2) festeggiamenti unita italia IC Scauri (3)
Presenti la dirigente scolastica, Dott.ssa Maria Rosaria Graziano, promotrice di questo “cantiere” di cittadinanza, il Comandante dei carabinieri della Stazione di Scauri Armando Esposito, l’assessore alle pari opportunità Manuela Cappuccia, il delegato comunale ai grandi eventi Angelo Graziano, il Presidente del Consiglio d’Istituto Pasquale Signore, i genitori rappresentanti di classe e del Consiglio d’Istituto. La Dirigente Scolastica si è fortemente congratulata con gli alunni e il personale docente per l’impegno e l’entusiasmo manifestati. La promessa che la dott.ssa Maria Rosaria Graziano ha lasciato ai suoi studenti e che ogni anno, il 17 marzo, vuole incontrarli per festeggiare ed augurare insieme “Buon Compleanno” alla nostra amata Italia e ricordare con loro l’importanza della propria nazionalità.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share