Al via il “Laboratorio delle buone pratiche” a Scauri

Al via il “Laboratorio delle buone pratiche” a Scauri

locandina laboratorio delle buone praticheAl via il “Laboratorio delle buone pratiche”, confronto con le realtà virtuose del riutilizzo dei beni confiscati alle mafie. Il primo appuntamento a Scauri è per domani, sabato 29 marzo, dalle 16,30 presso l’Hotel Villa Eleonora”. Si apre con una sessione sul reinserimento nel circuito economico dei beni confiscati alle mafie il primo appuntamento del “Laboratorio delle buone pratiche” organizzato dalla federazione di Latina dei Giovani Democratici.

“Reinventiamo il maltolto, le esperienze del riutilizzo dei beni confiscati a confronto” è il tema della giornata, momento di formazione e incontro con le realtà sottratte al dominio delle mafie e al degrado, reinserite nel tessuto economico a beneficio del territorio e capaci di generare reddito e lavoro. Succede alla cooperativa “Le Terre di don Peppe Diana”, che a 50 chilometri dal comprensorio del Golfo di Gaeta, su un bene sequestrato al boss Michele Zazza, oggi ospita una cooperativa che dà vita a prodotti tradizionali, con specializzazione nella produzione casearia.

A rappresentare questa realtà virtuosa sabato interverrà Roberto Fiorillo, vicepresidente della coop “Le Terre di don Peppe Diana”, già ospite in più momenti del nostro territorio, dove ha illustrato i passi compiuti nel tempo e che oggi fanno delle “Terre di don Peppe Diana” un presidio di legalità, oltre che un eccellente punto di produzione di mozzarella. Ad arricchire il Laboratorio Fabrizio Marras, responsabile provinciale di “Libera”, che ricostruirà il percorso che a grandi passi, dalla legge n. 109/96 ad oggi, ha registrato successi, ma anche fallimenti. Ad affiancarli Alessandro Aielli, membro dell’Osservatorio regionale Legalità e Sicurezza, il quale offrirà il suo contributo dalla prospettiva regionale e locale che contraddistingue l’osservatorio, strumento scientifico e insieme tecnico della Regione Lazio.

Ad entrare nel merito dell’iniziativa Raffaele Vallefuoco, responsabile Legalità dei Giovani Democratici della federazione di Latina: “Abbiamo voluto dare vita ad un momento di confronto con quelle realtà virtuose che dimostrano come competenze, professionali e istituzioni, messe a sistema, possono ingenerare un percorso di riscatto per i territori mortificati dalle mafie”. A fargli eco Giuseppe Stamegna, segretario provinciale Gd, il quale ammette: “Sulla lotta alle mafie non vogliamo limitarci a momenti singoli, piuttosto vogliamo fornire gli strumenti per rendere protagonisti i territori nelle lotte alle mafie”. Appuntamento, quindi, sabato 29 marzo alle 16,30, presso Villa Eleonora, per il primo appuntamento del “Laboratorio delle buone pratiche”.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share