• Home »
  • Sport »
  • Calcio a 5, il Minturno vince lo scontro diretto con il Real Castel Fontana e ipoteca il campionato
Calcio a 5, il Minturno vince lo scontro diretto con il Real Castel Fontana e ipoteca il campionato

Calcio a 5, il Minturno vince lo scontro diretto con il Real Castel Fontana e ipoteca il campionato

Minturno calcio a 5Avremmo voluto parlare soltanto della straordinaria vittoria del Minturno, che, espugnando, unica in campionato, il campo del Real Castel Fontana ha, di fatto, ipotecato il campionato. Avremmo voluto parlare soltanto del fantastico campionato di una squadra, che è stata capace, in un solo girone, di guadagnare ben dieci punti sui rivali. Avremmo voluto parlare soltanto della forza di un gruppo, che è stato in grado di vincere con merito lo scontro decisivo della stagione, ma siamo costretti, nostro malgrado, a porre l’accento su una delle pagine più tristi del futsal laziale. Le minacce, sia fisiche sia verbale, gli atteggiamenti intimidatori e le vere e proprie aggressioni che i giocatori e i tifosi del Minturno hanno dovuto subire sin dal loro arrivo sul campo del Real Castel Fontana e per oltre un’ora dopo la fine dell’incontro non hanno precedenti. I giocatori sono stati costretti ad attendere sessanta minuti chiusi negli spogliatoi dopo il termine della partita, il presidente Di Ciaccio è stato aggredito verbalmente e fisicamente e salvato solo dall’intervento dei Carabinieri. Esecrabile è stato il comportamento non solo della tifoseria, ma anche dei giocatori del Real Castel Fontana, che hanno picchiato per tutta la gara ed alla fine hanno anche aggredito gli avversari, che stavano festeggiando l’impresa compiuta sul campo. Indicibile l’atteggiamento della tifoseria, che si è resa protagonista di un vero e proprio attacco all’uomo, col presidente Di Ciaccio costretto ad essere difeso dalle forze dell’ordine (un plauso ai Carabinieri per il loro puntuale appoggio) e con i tifosi ospiti, tra cui ragazzi e donne, costretti, a loro volta, a fuggire nel pullman. E dopo essere partiti, il pullman, privo di alcuna scorta, è stato ulteriormente aggredito da alcuni esagitati tifosi locali con calci e lanci di sassi.

È dato questo clima che diventa ancora più imponente l’impresa del Minturno, che è stata l’unica squadra finora ad uscire con i tre punti dal campo del Real Castel Fontana, tre punti quanto mai meritati per la mole di gioco vista in campo e per la capacità di soffrire nel finale, quando sembrava che il destino fosse totalmente avverso.

Dopo appena 5’ minuti è il Minturno a passare in vantaggio con Anderson, autore di un bolide su punizione. I locali faticano ad essere pericolosi e sono gli ospiti a gestire il controllo della partita. Riso e Moreira hanno tra i piedi il pallone del raddoppio, ma falliscono le rispettive occasioni. Serve uno spettacolare lob di Faria, al 15’, per portare il Minturno sullo 0-2. Il Real Castel Fontana ha un sussulto di orgoglio e trova il gol che accorcia le distanze con Cavallo, bravo a chiudere un veloce uno-due col proprio compagno. Nel finale di tempo Moreira ubriaca la difesa ospite e costringe a Cavallo all’autogol dell’1-3.

Nella ripresa dopo soli trenta secondi di gioco, Di Stasio controlla di petto un perfetto lancio di Stanziale, si gira e segna sotto l’incrocio dei pali. Da questo momento in poi il Real Castel Fontana getta il cuore oltre l’ostacolo e sia con le buone sia con le cattive, trova il modo di riaprire il match. Merito di Maggi, tra i migliori dei suoi, che sfrutta un paio di errori della difesa ospite per realizzare il 2-4 ed il 3-4 nel giro di dieci minuti. Al 52’ il direttore di gara decreta un penalty per i locali per un fallo di Riso su Cavallo ed è lo stesso Maggi che s’incarica di tirare il rigore e con freddezza segna il gol del pareggio.

Mancano otto minuti al termine e l’inerzia della gara è tutta dalla parte dei locali, che trovano, però, in Petrella un baluardo invalicabile. Al 56’ il Real Castel Fontana ha un’occasione d’oro per passare in vantaggio, ma Petrella si oppone di piede al tiro libero di Maggi. È lo stesso Petrella che nega la gioia del gol ancora a Maggi e Cavallo. In pieno tempo di recupero, i castellani provano la carta del portiere di movimento, il Minturno si difende ottimamente e su una palla rubata, Moreira s’invola in contropiede e batte Barba per il definito 4-5. È l’apoteosi per gli ospiti, che si aggiudicano con merito lo scontro diretto e vedono ad un passo la vittoria del campionato.

Al Minturno mancano soltanto quattro punti per la certezza del primo posto e sarà determinante evitare qualsiasi rilassamento nelle prossime gare, a cominciare dalla partita di ritorno di coppa contro il Futbolclub, che varrà il pass per la final four di maggio.
Minturno: Petrella, Bencivenga, Saviano, Stanziale, Colacicco, Riso, Di Stasio, Cesarano, Alves, Faria, Anderson, Moreira
Reti: 5’ Anderson, 15’Faria, 20’ Cavallo, 26’ Cavallo(AG), 31’ Di Stasio, 40’, 45’, 52’ Maggi, 60’ Moreira
Tiri liberi: 0/1 Real Castel Fontana, 0/0 Minturno

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share