• Home »
  • Attualità »
  • Liberato un allocco nel Parco Riviera di Ulisse. L’Ente organizza una liberazione di fauna selvatica
Liberato un allocco nel Parco Riviera di Ulisse. L’Ente organizza una liberazione di fauna selvatica

Liberato un allocco nel Parco Riviera di Ulisse. L’Ente organizza una liberazione di fauna selvatica

volatileNella serata di sabato 12 aprile 2014, nel territorio del comune di Minturno, il personale dell’Ente Parco Riviera di Ulisse ha proceduto alla liberazione di un esemplare di allocco (Strix aluco) che, gettatosi prematuramente dal nido, è stato recuperato e accudito presso il Centro Recupero Animali Selvatici del Parco a Monte Orlando e restituito al suo ambiente naturale. Visto il successo dell’evento, a cui ha partecipato un folto gruppo di cittadini tra cui numerosi bambini, l’Ente Parco Riviera di Ulisse ha organizzato una liberazione di fauna selvatica per il giorno 17 aprile 2014 alle ore 11:00 presso il campo sportivo Caracciolo Carafa, via San Sebastiano Minturno. Il personale dell’Ente Parco, con il fondamentale contributo del personale del Corpo Forestale dello Stato, UTB di Fogliano, procederà alla liberazione di vari esemplari di rapaci, riabilitati presso il Centro Recupero Fauna Selvatica di Fogliano e il Centro Recupero Animali Selvatici di Gaeta, tra i quali una poiana, un falco pellegrino, un lodolaio ed un gheppio. L’invito è stato rivolto alla cittadinanza tutta e, in particolare, ai bambini delle scuole medie, elementari e dell’infanzia di Minturno che avranno così l’opportunità di assistere ad una breve lezione sulle modalità di recupero, cura e riabilitazione dei volatili accolti presso i Centri di Recupero. L’obiettivo è quello di divulgare la conoscenza della natura e delle problematiche connesse alla conservazione delle specie selvatiche per formare i giovani al rispetto ed alla tutela dell’ambiente.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share