• Home »
  • Attualità »
  • Rifiuti: è di nuovo emergenza. L’assessore Salvatore pensa a una gara d’urgenza
Rifiuti: è di nuovo emergenza. L’assessore Salvatore pensa a una gara d’urgenza

Rifiuti: è di nuovo emergenza. L’assessore Salvatore pensa a una gara d’urgenza

rifiuti minturnoLa situazione sembra di nuovo fuori controllo. Cassonetti stracolmi di rifiuti, spazzatura sui marciapiedi, buste piene ovunque. Eppure mancano ancora due mesi alla stagione estiva. Sembra di essere tornati al passato, quando l’intero territorio comunale mostrava questa triste immagine di sé. E sul web sono in tanti ad esternare con foto e messaggi il proprio disappunto per un servizio, quello dei rifiuti, che stenta a decollare. Nonostante il cambio di ditta, dalla Ego Eco all’ASA, i fatti dicono che in realtà il servizio resta sempre lo stesso. Pessimo.

A ben guardare, non tutti i cassonetti sono pieni di immondizia. Il giro di raccolta sembra fatto a scacchiera. O meglio, vengono svuotati soltanto i bidoni dell’indifferenziato, mentre gli altri restano pieni. A confermarlo è anche l’assessore all’igiene Luca Salvatore, che proprio in questi giorni sta cercando di capire il perché di questi disservizi. “Il capitolato d’appalto – spiega – prevede la raccolta del differenziato quattro giorni su sette. La ditta si è detta di aver paura a svuotare i bidoni del differenziato nei giorni in cui non è previsto, anche per non incorrere in indagini della Guardia di Finanza. È bene precisare, però, che dentro i cassonetti della plastica o della carta ci si trova di tutto, perché i cittadini non conferiscono correttamente, creando quindi problemi alla raccolta stessa”.

L’ASA, comunque, sta riscontrando non poche difficoltà nel gestire il servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti, non avendo a disposizione né gli scarrabili, che come è noto sono stati posti sotto sequestro dalla Guardia Finanza, né un’area idonea per lo stoccaggio. Il che comporta frequenti viaggi alla discarica di Colfelice, perché i camion non possono restare pieni, altrimenti la raccolta di interromperebbe. È per questo che l’assessore Salvatore ha deciso di servirsi del centro CSA di Castelforte per il conferimento almeno del rifiuto secco, così da tamponare in parte la situazione.

rifiuti minturno 2 rifiuti scauri

Proprio questo andazzo ha determinato un lavoro in più per la ditta di Cisterna che ora sta chiedendo il conto, oltre al fatto che mancano degli arretrati. Un fatto che ha determinato il mancato pagamento degli stipendi di marzo ai 35 operatori ecologici, previsto il 10 aprile scorso. Per l’ufficio igiene si tratta di richieste esagerate (si parla di cifre intorno ai 30mila euro relative ai servizi aggiuntivi), per le quali si sta cercando una corretta quantificazione. A questo si aggiungono anche diverse sanzioni elevate dal Comune di Minturno, di circa 14mila euro, per mancato spazzamento intorno ai cassonetti, come accertato dai controlli della polizia municipale. Insomma, stesso copione visto con la Ego Eco. “Ho chiesto ai vigili urbani – dichiara Salvatore – di svolgere controlli serrati sulla ditta già dalle 7 del mattino per vedere se vengono svuotati i bidoni e se viene effettuato lo spazzamento. Allo stesso tempo, dovranno elevare sanzioni anche ai cittadini che getteranno i rifiuti fuori degli orari consentiti”.

rifiuti minturno 3 rifiuti scauri 2

Intanto, è seguita una proroga per un solo mese, al fine di chiudere alcuni passaggi tecnici. Per garantire un’estate pulita, l’assessore Salvatore ha infatti preso una decisione drastica: procedere con una gara d’urgenza e sostituire l’ASA con un’altra ditta in grado di contenere l’emergenza. “Mercoledì – spiega – ho un incontro con il Prefetto a Latina, al quale descriverò la situazione che stiamo vivendo e chiederò il nulla osta al fine di espletare una gara d’urgenza per l’estate. L’ASA non è in grado di svolgere il servizio. Molti comuni che si sono trovati nella situazione di Minturno hanno fatto la stessa cosa”.

Nel nuovo bando straordinario temporaneo la ditta che si aggiudicherà l’appalto per sopperire alla stagione estiva dovrà fornire un numero maggiore di cassonetti, soprattutto per umido e vetro; prevedere un giro giornaliero insieme a due notturni attualmente previsti; e soprattutto avere la disponibilità di un centro di trasferenza nelle vicinanze, in quanto il Comune di Minturno non ha possiede un’area idonea. E a proposito di area idonea, sull’ex deposito Asia attualmente ancora sotto sequestro dal 2008 finalmente l’amministrazione dovrebbe acquisire in questa settimana i verbali del sequestro operato dalla Guardia di Finanza, al fine di poter avanzare una richiesta di dissequestro e procedere alla relativa bonifica.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share