Elezioni Europee, il Movimento 5 Stelle avvia la campagna informativa

Elezioni Europee, il Movimento 5 Stelle avvia la campagna informativa

Beppe Grillo e il simbolo del Movimento 5 Stelle

Beppe Grillo e il simbolo del Movimento 5 Stelle

Anche il Movimento 5 Stelle di Minturno-Scauri si prepara alla campagna elettorale in vista delle Elezioni Europee del 25 maggio. Il Meetup locale, infatti, ha preparato una campagna informativa organizzando 11 gazebo sparsi su tutto il territorio comunale frazioni comprese. Si comincia domenica 4 maggio, dalle ore 10 alle 13, con una postazione  sul lungomare di Scauri, di fronte la villa comunale, e un’altra, contemporaneamente, a Pulcherini nei pressi della Chiesa di San Giuseppe. Tutto il materiale utilizzato è autofinanziato. “Con l’apertura della campagna elettorale per la corsa alle europee 2014 – spiegano i militanti – il Movimento 5 stelle si candida ad essere la prima forza politica italiana. Sette sono i punti del programma che proponiamo di  ridiscutere: 1) referendum sulla permanenza nell’euro, 2) abolizione del fiscal compact, 3) adozione degli eurobond, 4) alleanza tra i paesi mediterranei per una politica comune, 5)investimenti e innovazione in nuove attività produttive escluse dal limite 3% annuo del deficit di bilancio, 6) finanziamenti per attività agricole e di allevamento finalizzate al consumi nazionali  interni, 7) abolizione del pareggio di bilancio”. I candidati del M5S della circoscrizione dell’Italia centrale sono: Agea Laura, Bottiglieri Fabio, Campo Giuseppa, Castaldo Fabio Massimo, Della Negra Matteo, Di Gennaro Marco, Fossi Silvia, Ghirga Giovanni, Pallotto Marina Adele, Ripoli Cristiano, Savari Danilo, Tamburrano Dario, Zama Bianca Maria, Ziantoni Mara.

In merito all’importante appuntamento elettorale delle Europee, Beppe Grillo ha dichiara: “L’Europa. Cosa sa un italiano dell’Europa, della UE, della BCE, a parte i luoghi comuni? Ci sono degli europarlamentari italiani a Bruxelles? Certo, ma nessuno sa cosa fanno, di cosa si occupano. La comunicazione dei lavori europarlamentari è del tutto assente. Alzi la mano chi può tracciare un bilancio minimo dei lavori dello scorso anno. Non si discute mai di Europa, ma solo di euro che dovrebbe rappresentare l’economia europea nel suo insieme, ma che ormai non rappresenta più nulla. L’Europa è un comodo alibi. ‘Ce lo chiede l’Europa’ è un mantra per coprire qualunque cosa, dal fiscal compact al pareggio di bilancio in Costituzione. Le decisioni prese in Europa hanno effetti devastanti sul futuro delle prossime generazioni, nel bene così come nel male, ma nessun cittadino europeo può interferire, spesso non ne è neppure a conoscenza. L’Europa sarà politica o non sarà. Sarà partecipativa o non sarà. L’Europa non è un frullatore di nazionalità per renderle omogenee. Questo è un disegno destinato al fallimento. Un esercizio impossibile. Non siamo gli Stati Uniti d’America con popolazioni eterogenee in cerca di una nuova Patria, ma popoli con tradizioni e civiltà millenarie. Quest’Europa così invocata e così assente si è trasformata in una moderna dittatura che usa i cerimoniali democratici per legittimare sé stessa. Il MoVimento 5 Stelle entrerà in Europa per cambiarla, renderla democratica, trasparente, con decisioni condivise a livello referendario“.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share