Sconti in cambio dei rifiuti: arrivano gli eco-compattatori a Minturno

Sconti in cambio dei rifiuti: arrivano gli eco-compattatori a Minturno

Un eco-compattatore

Un eco-compattatore

Nel momento forse più drammatico che la città di Minturno sta vivendo a causa dei rifiuti sparsi per le strade, senza essere nemmeno nella stagione estiva, l’amministrazione comunale approva gli atti di indirizzo per l’installazione di Eco-compattatori per la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in plastica e alluminio. Lo si apprende leggendo la delibera 115 del 6 maggio 2014 (disponibile alla fine dell’articolo). In pratica, i cittadini potranno gettare, per esempio, le bottiglie di plastica in raccoglitori di plastica e alluminio che rilasciano buoni sconto da spendere negli esercizi locali. “Attraverso indagini web, che operano nei servizi della Green Economy”, si legge nel documento, vi sono “aziende che provvedono a installare gratuitamente, in luoghi pubblici, eco-compattatori dove i cittadini conferiscono direttamente i rifiuti in oggetto (bottiglie in plastica e lattine in alluminio) e accumulano dei punti con valenza buoni sconto spendibili in esercizi commerciali convenzionati”. Un servizio “utile”, dice l’amministrazione, perché rappresenta un “ulteriore servizio rivolto alla cittadinanza e al fine di incentivare la raccolta differenziata dei rifiuti, installare nel territorio comunale gli eco-compattatori in oggetto per la raccolta differenziata dei rifiuti e imballaggi in plastica e alluminio, limitatamente ai luoghi privati”. Nella delibera si apprende che gli eco-compattatori proposti “sono in grado, svuotati per due volte al giorno, di raccogliere fino a 1000 bottiglie di PET e 400 lattine di alluminio giornalmente”. Nella delibera di giunta non viene specificato altro ma è facile intendere che la proposta provenga da ditte private che si occuperanno di installare i raccoglitori sul territorio. Non viene spiegato nemmeno il numero né le zone dove saranno messi e neanche se al Comune proviene un qualche guadagno da questa operazione né se verrà fatta una corretta informazione sulla raccolta differenziata per educare il cittadino a conferire al meglio i rifiuti, cosa che – come è noto – non è mai stata svolta in tutti questi anni. Di certo un’iniziativa interessante, che se gestita bene potrebbe da una parte portare un beneficio alle famiglie che, in cambio di plastica e alluminio, riceveranno dei buoni sconto per fare la spesa o da spendere in qualche ristorante convenzionato; dall’altra ridurre i rifiuti da conferire in discarica, con un risparmio per l’Ente.
Giuseppe Mallozzi
DOWNLOAD: Delibera GC 115-2014

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share