• Home »
  • Attualità »
  • Ripulita la foce del Garigliano, oltre 200 chili di immondizia raccolti dalle associazioni
Ripulita la foce del Garigliano, oltre 200 chili di immondizia raccolti dalle associazioni

Ripulita la foce del Garigliano, oltre 200 chili di immondizia raccolti dalle associazioni

I volontari

I volontari

Più di 200 chili di immondizia. È quanto hanno raccolto i volontari del consorzio di associazioni “R.E.E.s. Terre Rare” durante la mattinata di domenica scorsa presso la foce del Garigliano. C’era di tutto sulla sponda destra del fiume: plastica, bombolette spray, vetro, pneumatici, siringhe e chi più ne ha più ne metta, annaspando tra sabbia e cenere, poiché come se non bastasse pochi prima dell’iniziativa qualcuno ha ben pensato di fare un bel falò. Il tutto raccolto in circa 100 sacchi di plastica. L’iniziativa nasce sull’onda di “Let’s Do It Mediterranean”, movimento di cui R.E.E.s. ha contribuito a fondare la sezione italiana e di cui gestisce, insieme a Esplora il gruppo di lavoro della Regione Lazio. Il consorzio R.E.E.s. è composto da dieci diverse associazioni: R.E.E.s. Terre Rare, Comitato Cittadino NoAnt, Critical Mass Scauri, Co.s.mo.s., Associazione Gennaro Sparagna ONLUS, Associazione Atargatis, Associazione ITER Onlus, ADS Ulisse, Centro Servizi Volontariato del Lazio e Comitato Mamurra di Gianola.

“Abbiamo portato da soli i sacchi ai cassonetti e abbiamo pulito la nostra terra. I cittadini hanno messo a disposizione le proprie vetture e un piccolo camioncino, rimuovendo i pesanti sacchi e distribuendoli in diversi cassonetti”, commentano i volontari, che denunciano lo scarso interesse dimostrato dall’amministrazione comunale nei confronti dell’iniziativa.

“La storia – commentano i volontari – comincia a Marzo quando, dopo aver interpellato l’assessore Roberto Lepone, il Comune si mette a disposizione per appoggiare azioni di pulizia del litorale, portate avanti volontariamente da parte dei cittadini. Tutto va per il meglio e a Maggio il consorzio è pronto a pulire la foce del Garigliano come pattuito durante la riunione svolta a Marzo al Comune. Il giorno 6 Maggio 2014 R.E.E.s. va al Comune poiché l’assessore all’ambiente è nel frattempo cambiato e per cortesia andiamo ad informare il nuovo venuto (non eletto ma subentrato in seguito a rimpasti per tenere in piedi la maggioranza comunale) della nostra iniziativa inserita nell’evento EuroMediterraneo Let’s Do It Med. L’assessore Luca Salvatore inaugura il suo mandato ignorando totalmente l’iniziativa, non dandone comunicazione né alla giunta né al sindaco e sicuramente a livello politico, in vista delle Europee danneggiando visibilmente qualsivoglia candidato il suo partito o il suo entourage stia appoggiando. L’iniziativa di rilievo EuroMediterraneo poteva essere un’occasione che l’assessore ha chiaramente perso per se stesso, danneggiando la visibilità del Comune, del Sindaco e di altri che in questo momento contano su una campagna elettorale efficace e intelligente. E’ evidente che l’assessore, che nessuno mette in dubbio sia una bravissima persona, non ha nessun istinto politico né tanto meno civico. Ci auguriamo – concludono i volontari – che quest’esperienza amministrativa, sulla pelle dei Cittadini di Minturno possa essere per lui, una buona scuola di politica e di amministrazione competente per il futuro”.

PHOTOGALLERY

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share