Scacchi emozionali: Quadri assassini

Scacchi emozionali: Quadri assassini

Scacchi

Scacchi

Tratto dal romanzo di Arturo Perez Reverte “La tavola fiamminga ” ( un giallo nel mondo dei restauratori di quadri…)  un quadro che prende luce sotto un altro quadro durante i lavori di pulizia e ritocco… iniziano gli omicidi e una scacchiera sul quadro nascosto fa…. da stella polare. ”   Da pagina 153 a 154: ” Accade “, rispose César, scambiando un’occhiata grave con Munoz, ” che la mossa della torre bianca costituisca una minaccia diretta per la regina nera…. non è così? “

Il giocatore di scacchi chinò il capo, in segno di assenso. ” Sì,” aggiunse dopo un istante. ” A questo punto della partita, la donna nera, prima al sicuro, si trova allo scoperto…” . Tacque per un momento: il fatto di avventurarsi sulla strada delle interpretazioni extrascacchistiche sembrava creargli un certo disagio. “Questo può significare che il giocatore invisibile intende comunicarci qualcosa: la certezza che il mistero del quadro sia stato risolto. La dama nera…”

” Beatrice di Borgogna, ” mormorò  la giovane. ” Sì Beatrice di Borgogna. La donna in nero che , a quanto pare, ha già ucciso una volta….” .Le ultime parole di Munoz rimasero sospese nell’aria come se non aspettassero risposta. César, che era rimasto in silenzio, allungo la mano e, ruotando con delicatezza la sigaretta, obbligò la brace a staccarsi dal tabacco e adagiarsi in un portacenere; si trattava del gesto meticoloso di chi non ha bisogno di agire per tenersi in contatto con la realtà. Poi si guardò intorno, come se la risposta alle domande che tutti si ponevano allignasse in qualcuno dei mobili, dei quadri o degli oggetti del suo negozio. ” La coincidenza è assolutamente incredibile, miei cari, ” dichiarò. ” Tutto questo non può essere reale. “

Sollevò le mani, lasciandole poi ricadere lungo i fianchi, in gesto di impotenza. Mugnoz accigliato, si limitò a stringersi nelle spalle sotto l’impermeabile stazzonato. ” Qui non c’è coincidenza che valga; chi ha progettato questo piano è un maestro.” E che succede alla regina bianca?” chiese Julia. Il giocatore sostenne per qualche secondo lo sguardo della giovane; poi mosse una mano verso la scacchiera, fermandola a pochi centimetri da un pezzo, come se non osasse toccarlo. Con l’indice, additò la torre nera in C1. ” Accade che può essere catturata ,” rispose con calma. ” Capisco.”

Julia si senti delusa: aveva creduto di poter provare un’ impressione più forte allorché qualcuno avesse confermato le sue apprensioni a voce alta. ” Se ho ben capito, il fatto di aver scoperto il segreto del quadrto – vale a dire la colpevolezza della dama nera – si riflette in questa mossa della torre in B2… Così la donna bianca si trova in una situazione di pericolo a causa della sua scelta di andarsene in giro a complicarsi la vita, anziché ritirarsi in un luogo sicuro.

E’ questa la morale, signor Munoz?” ” Più o meno “. ” Ma tutto ciò è accaduto cinque secoli fa, ” protestò César. ” Solo la mente di un pazzo….” Forse si tratta solo di un pazzo, ” dichiarò Munoz, serenamente. ” Di un folle che giocava – o che gioca – maledettamente bene a scacchi. “

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share