• Home »
  • Politica »
  • Il nuovo corso della raccolta differenziata, in aiuto anche la videosorveglianza
Il nuovo corso della raccolta differenziata, in aiuto anche la videosorveglianza

Il nuovo corso della raccolta differenziata, in aiuto anche la videosorveglianza

Campane per la raccolta differenziata

Campane per la raccolta differenziata

Da anni si tenta di avviare un servizio adeguato di raccolta differenziata ma senza grossi risultati. Si riparte da zero per l’amministrazione Graziano. Infatti è stata emessa una nuova ordinanza dal sindaco e dal neo assessore all’igiene Roberto Lepone. Si comincia da un’ordinanza nella quale sostanzialmente non sono da rilevare grosse novità, se non quella dell’occhio severo delle telecamere dell’impianto di videosorveglianza. Già perché per far rispettare gli orari di conferimento dei rifiuti e le stesse tipologie degli stessi non saranno soltanto i vigili urbani.

Un modo per sorprendere sul fatto, in particolare, coloro che hanno la brutta abitudine di gettare frascame o inerti nei cassonetti. Una pratica vietata per legge, come ricordato nell’ordinanza numero 35 del 21 giugno scorso: «Si registrano comportamenti, di una parte minoritaria della cittadinanza, non conformi al corretto deposito e differenziazione dei rifiuti urbani quali a titolo di esempio: deposito di sacchetti dell’immondizia al di fuori dei contenitori, depositi abusivi di materiali ingombranti, miscelazione di tipologie di rifiuti recuperabili (carta, cartone, plastica, ecc.) conferiti al di fuori degli orari prestabiliti».

Orari che vanno dalle ore 20 alle 5 (dal 15 maggio al 15 settembre) e dalle ore 16 alle 6 (dal 16 settembre al 14 maggio). Il servizio è strutturato mediante il conferimento da parte dei cittadini dei rifiuti differenziati e indifferenziati in appositi e specifici contenitori stradali, così distinti: rifiuto organico (contenitore di colore marrone), indifferenziato (blu), plastica e alluminio (giallo), vetro (verde), carta (bianco), piccoli elettrodomestici Raee (arancio). A questi si aggiungono contenitori specifici per pile esauste, medicinali scaduti, prodotti eitchettati T e F, compostaggio domestico per il conferimento delle frazioni vegetali e organiche in apposito composter, e ovviamente i cestini gettacarta.

Infine, è sempre attivo il numero verde 800.532236 per il servizio di raccolta domiciliare gratuita dei rifiuti ingombranti.
G.M.

La Provincia 27-06-2012

SCARICA L’ORDINANZAordinanza_35-2012

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share