Il Basket Scauri compie 65 anni

Il Basket Scauri compie 65 anni

Basket Scauri - A.B. Serapo Gaeta (foto di Enrico Duratorre)

Basket Scauri – A.B. Serapo Gaeta (foto di Enrico Duratorre)

Il 29 settembre 1949 a Scauri è stata fondata la Polisportiva Libertas Scauri. La riunione si è svolta presso un locale di Via Roma n. 71 divenuto successivamente posto telefonico pubblico. Dopo aver approvato lo statuto della società sportiva, è stato eletto il Consiglio Direttivo, così composto: Dott. Massimo Mancini (Presidente), Prof. Franco Carcone (Direttore Sportivo ed Allenatore), Ins. Ernesto Ciufo (Segretario), Giuseppe Treglia (Tesoriere), Consigliere Ins. Giovanni Sparagna. Costituita la società si è proceduto all’affiliazione alla Federazione Italiana Pallacanesto e all’iscrizione al primo Campionato di I^ Divisione Laziale, campo di gioco l’attuale Arena Sportiva in terra battuta e la squadra era formata da Massimo Mancini, Franco Carcone, Nicolino Zinicola, Sergio Alfieri, Gianni Morgera, Lillino D’Onofrio, Ermanno Lepone e Mimmo Ianniello.

Era l’anno sportivo 1949/50 ed è iniziato così il grande cammino di uno sport – il BASKET – che in 65 anni ha raggiunto successi straordinari in campo sportiva e ha forgiato tanti giovani che hanno avuto notevole successo nella vita professionale. Dalla palestra della mitica Arena Sportiva “Filippo Mallozzi”, ex dirigenti ed ex giocatori sono diventati Sindaci del Comune di Minturno: Prof. Franco Carcone (1958/63, 1969/72 e 22.2.1977/15.7.1977), Ins. Ernesto Ciufo (1972/74 e 1979/81), Elio Camerota (1974/76 e 1983/88), Avv. Francesco Sparagna (1978/79), Giuseppe Sardelli (2005/2010), Assessore e Vice Sindaco il Prof. Domenico Ianniello (promotore del Torneo Internazionale di Pallacanestro e del Palazzetto dello Sport), Consiglieri Comunali i Presidenti del Basket Scauri Claudio Camerota e Antonio Forte.

Le 7 edizioni del Torneo Internazionale (1967/74), nel ’68 la finale tra la Nazionale Sovietica, in preparazione alle Olimpiedi del Messico e lo Spartak Brno (Cecoslovacchia) fu trasmessa in diretta dalla Rai Tv, telecronista Aldo Giordani e i tanti Campionati Nazionali di Serie B disputati hanno dato alla frazione Scauri una notorietà a livello nazionale.

In tanti altri centri il compimento di 65 anni di tanta gloriosa attività sportiva a difesa dei colori locali sarebbe stato festeggiato con orgoglio e vanto, invece in questo Comune tutto scorre nell’oblio totale. Il ringraziamento va ai presidenti della Polisportiva Libertas Scauri, Dott.Massimo Mancini e Giudice Filippo Verde (1949/60), al Presidente dello Sporting Club Scauri, prof. Domenico Ianniello (1960/73), ai Presidenti del Basket Scauri (dal 1973 ad oggi), Prof. Claudio Camerota, Dott. Antonio Forte, Mario Dalla Chiara, Elio Camerota, Angelo Giardino, Walter Mancini, Roberto Di Cola, allo sponsor Sergio Cerro, che ha sostenuto la squadra per 8 anni, portandola ai vertici della Serie B Nazionale, ai tanti dirigenti e ai tantissimi giocatori, che hanno militato nel basket scaurese, alcuni dei quali, nel corso degli anni, sono approdati ad altre società sportive, Mario Camerota (Cagliari), Salvatore Camerota (Pall. Lazio), Antonio Di Cola (Fabiani Formia), Marcello Gargiulo (Pozzuoli), Amedeo Calenzo (Pall. Latina), Benedetto Astone (Fabiani Formia e Cassino), Toni Veglia (Palmi), Carmine Violo (Isernia e Monte di Procida), Gianfranco Falso, Lino Falso, Antonio Pappa, Carlo Gaetano (Isernia), Antonio Riscolo (Longo Cassino), Luigi Ranieri (Trapani), Francesco Pontecorvo (Virtus Latina), Giovanni Sparagna (A.B. Latina), quale conferma della validità della scuola scaurese, diretta, per 25 anni, dal coach Mimmo Ianniello.

L’auspicio è che l’attuale società ritorni al passato, valorizzando al massimo il Settore Giovanile, affinché in futuro possa schierare una formazione composta, nella quasi totalità, da giocatori locali.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share