• Home »
  • Attualità »
  • Inagibile l’Asilo “Mary Poppins”. Da anni necessari interventi ma i lavori non sono mai stati eseguiti
Inagibile l’Asilo “Mary Poppins”. Da anni necessari interventi ma i lavori non sono mai stati eseguiti

Inagibile l’Asilo “Mary Poppins”. Da anni necessari interventi ma i lavori non sono mai stati eseguiti

bagni asilo castello

I bagni dell’asilo nel Castello Baronale

Dichiarati inagibili i locali dell’asilo comunale “Mary Poppins” di Minturno. E’ giunta al Comune di Minturno la relazione dei vigili del fuoco di Latina in seguito al crollo del cornicione di cinque metri dal Castello Baronale, avvenuto lo scorso 22 settembre, e che ha prodotto anche il crollo di una parte del solaio della Banca Intesa San Paolo. I pompieri hanno effettuato i sopralluoghi dichiarando inagibile anche l’istituto di credito stesso, al quale sono già stati effettuati i lavori di puntellatura e il tecnico comunale ha prodotto la certificazione utile dichiarando di nuovo l’agibilità. Il personale dovrebbe riprendere il normale servizio già in questi giorni, anche se – come è noto – la Banca Intesa San Paolo chiuderà i battenti a dicembre per scelte aziendali. L’asilo è stato spostato presso l’ex ristorante “Vigna della Corte”, in zona Pretura, dove sono stati effettuati dei lavori di adeguamento per poter ospitare i bambini e non è dato sapere per quanto tempo dovranno restare in questa sede, con un ulteriore costo per i genitori, in quanto prima era ospitato in locali comunali.

bagni asilo castello 2 cornicione-2

 

In seguito al crollo, l’Ismef, che ha gli uffici all’interno del Castello Baronale, ha inviato nei giorni scorsi una lettera all’amministrazione comunale con la quale chiede di poter effettuare i lavori, per conto dell’Ente, sul corridoio di ingresso, per la realizzazione di un’uscita di sicurezza e soprattutto per mettere in sicurezza i bagni dell’asilo, che da almeno cinque anni sono puntellati e sui quali il Comune non ha mai fatto seguire un intervento di consolidamento. Anzi, da quanto si apprende, l’istituto di formazione avrebbe già da circa dieci anni sollecitato le amministrazioni comunali che si sono succedute a procedere con i lavori di messa in sicurezza, ma senza avere alcun riscontro.

E il crollo avvenuto a fine settembre la dice lunga sullo stato in cui versa buona parte del Castello Baronale, che avrebbe bisogno al più presto di un intervento di riqualificazione per tutta l’area interna, verso il centro storico. Interventi che sono già stati appaltati ma che non procedono in quanto manca l’erogazione dei finanziamenti dalla Regione e il Comune non ha la liquidità sufficiente per anticipare. Il solito gioco all’italiana, insomma. Intanto, però, c’è una parte dell’antico maniero che potrebbe subire ulteriori crolli ma per la quale non si fa niente per metterla in sicurezza.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share