• Home »
  • Cronaca »
  • Concorso vigili urbani, arrivano due denunce. L’Assessore Fedele: “Tutto regolare, basta gettare fango”
Concorso vigili urbani, arrivano due denunce. L’Assessore Fedele: “Tutto regolare, basta gettare fango”

Concorso vigili urbani, arrivano due denunce. L’Assessore Fedele: “Tutto regolare, basta gettare fango”

vigili-urbani palettaSono due le denunce presentate alla Procura della Repubblica di Cassino ieri mattina tramite il Commissariato di Polizia di Formia in merito alla presunta irregolarità delle operazioni di apertura delle buste e della redazione dell’elenco degli ammessi alla prova d’esame della selezione pubblica per la formazione di una graduatoria dalla quale attingere gli operatori di vigilanza per il servizio di Polizia municipale di Minturno. Gli agenti agli ordini del vicequestore Paolo Di Francia si erano già recati nel pomeriggio di giovedì scorso presso il palazzo comunale per effettuare un sopralluogo.

Una delle due denunce è stata presentata da un’ex vigilessa stagionale, tra l’altro ammessa alla prova d’esame fissata il prossimo 19 novembre presso il Liceo Scientifico “Leon Battista Alberti”; l’altra dall’ex consigliere comunale Livio Pentimalli, che aveva già contestato il concorso inviando esposti a diversi Enti e ricevendo risposta dal Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica nella quale si evidenziavano alcune irregolarità.

Nelle due denunce si contesta nuovamente la mancata pubblicazione del concorso sulla Gazzetta Ufficiale che renderebbe nullo tutto l’iter concorsuale. Inoltre, si chiede di indagare in merito alla regolarità dell’apertura delle buste, che sarebbe stata effettuata da alcuni dipendenti comunali e non dalla commissione di selezione. E ancora, dubbi anche sulle ammissioni con riserva degli aspiranti vigili urbani del precedente concorso indetto nel 2010 e poi ritirato.

Vincenzo Fedele

Vincenzo Fedele

Dal Comune di Minturno è l’assessore al personale, Vincenzo Fedele, a garantire sulla regolarità di tutto l’iter concorsuale, compresa la redazione della lista degli ammessi: “Mi sono recato ieri mattina presso il Commissariato di Formia per spiegare come stanno realmente le cose. Questo polverone è stato alzato da persone che potrebbero essere danneggiate da una nuova graduatoria, sollevando dubbi di legittimità con il chiaro scopo di bloccare la selezione. La precedente graduatoria era scaduta e per legge non potevamo più attingervi per reperire gli stagionali, per questo abbiamo indetto questa nuova selezione. In merito alle denunce, il bando prevedeva anche una procedura online con l’invio anche a mezzo Pec. Il dipendente comunale adibito al controllo presso l’ufficio protocollo ha accesso a queste email, inoltrandole agli uffici comunali. Ribadisco, inoltre, che era presente il presidente della commissione che ha redatto il verbale delle operazioni. È ora di finirla di gettare fango su questa selezione che è stata svolta nella massima trasparenza, dando la possibilità a tutti di partecipare: anche coloro che nel 2010 parteciparono al precedente concorso hanno la possibilità fino al 19 novembre di presentarsi alla prova d’esame muniti del bollettino di pagamento”.

In merito alla mancata pubblicazione in Gazzetta, l’assessore Fedele spiega che “non si tratta di un concorso ma di una selezione per l’inserimento in una graduatoria per cui non è necessaria tale pubblicazione”. “Mi stupisce – conclude – che chi oggi contesta questa selezione non l’abbia fatto nel 2010: anche in quell’occasione il concorso non fu pubblicato in Gazzetta. Sarà la magistratura a stabilire se sia stato svolto tutto correttamente, noi siamo convinti di aver fatto bene e quindi andiamo avanti”.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share