• Home »
  • Cronaca »
  • Strana schiuma sulle spiagge di Scauri, esposto alla Procura di Cassino
Strana schiuma sulle spiagge di Scauri, esposto alla Procura di Cassino

Strana schiuma sulle spiagge di Scauri, esposto alla Procura di Cassino

schiuma scauri 1La strana schiuma apparsa nei giorni scorsi sul litorale di Scauri è al centro dell’esposto presentato alla Procura della Repubblica di Cassino dall’associazione “Minturno in Movimento” tramite il presidente Lara Capuano. “In data 5 novembre 2014 sul gruppo facebook denominato ‘Scauresi Scauresi’, un membro del gruppo, Mauro Iannotta, residente a Minturno – si legge nel documento – pubblicava delle foto riguardanti le condizioni della spiaggia tra il Lido Oriente e il Lido La Tintarella, di fronte al Piazzale delle Sieci, dopo le mareggiate della notte e della mattina: la spiaggia si presentava invasa da una strana schiuma coloro ocra chiaro che nessuno dei membri del gruppo aveva mai notato in occasione delle mareggiate sulle nostre spiagge. Essendo a conoscenza, tramite gli organi di stampa locali, di indagini già in corso in merito all’eventuale inquinamento del nostro mare, qualche ora dopo mi sono recata sul posto e ho avuto modo di constatare che, rispetto alle foto postate su Facebook al mattino, molta della schiuma si era seccata e sfarinata per il vento, ma ne rimaneva tantissima contro gli ostacoli (per esempio, i muretti del Lido Oriente) e nel canale di scolo che passa lungo il confine sinistro del Lido Oriente (canale interessato da un’altra segnalazione, all’inizio dell’anno).

Ho chiamato Mauro Iannotta perché mi raggiungesse sul posto e, intanto, ho telefonato alla Capitaneria di Porto di Gaesta, che mi ha fornito il numero della sede di Formia, dalla quale mi hanno detto che avrebbero inoltrato la mia segnalazione alla Capitaneria di Porto di Scauri, ma non potevano garantirmi la loro presenza sul posto.

schiuma scauri 3Pertanto, con Mauro Iannotta, ci siamo procurati due contenitori sterili del tipo per la raccolta delle urine e abbiamo prelevato due campioni, documentando tutto con la videocamera del mio smartphone; finito con i prelievi, ci siamo diretti presso la Capitaneria di Porto di Scauri e lì abbiamo incrociato una vettura di servizio che usciva con il personale diretto proprio nel posto da me indicato, pertanto li abbiamo seguiti nuovamente sul posto.

Una volta lì, il personale della Capitaneria ha proceduto con i loro rilievi e, successivamente, è intervenuta anche una pattuglia della Polizia Provinciale, per un sopralluogo anche al di sopra dei confini della spiaggia, verso la strada e oltre.

Abbiamo, quindi, consegnato i campioni raccolti da noi al personale della Capitaneria e, lasciati i nostri recapiti, ci siamo allontanati”.

L’associazione “Minturno in Movimento” chiede quindi di “disporre gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti esposti in narrativa, valutando gli eventuali profili di illiceità penale degli stessi e, nel caso, individuare i possibili responsabili e procedere nei loro confronti. Formula altresì denuncia-querela qualora dagli accertamenti emergessero fatti-reato procedibili a querela di parte”.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share