Caos e disorganizzazione al concorso dei vigili urbani di Minturno

Caos e disorganizzazione al concorso dei vigili urbani di Minturno

concorso vigili urbani minturnoDisorganizzazione totale. È un coro unanime quello degli aspiranti vigili urbani che hanno partecipato alla selezione per essere inseriti nella graduatoria della polizia municipale di Minturno. Quella vissuta dai candidati ieri pomeriggio è stata una vera e propria odissea. Una prova d’esame che è stata avviata dopo quasi quattro ore dall’orario prefissato di inizio procedura.

L’appuntamento era alle 15, presso la palestra del Liceo Scientifico “Leon Battista Alberti”. Subito l’annuncio di un ritardo di 30 minuti. In realtà, le porte si sono aperte soltanto intorno alle 16,30. La ragione sembra sia da addebitare al fatto che gli operai comunali stessero ancora disponendo i banchi e le sedie. Eppure il numero di candidati era già noto da tempo agli organizzatori della prova.

Comunque, dopo le 16,30 sono cominciati gli accreditamenti. Solo quatto impiegati comunali per identificare le 590 persone presenti. E qui il secondo intoppo: gli elenchi a disposizione contenevano soltanto nome e cognome del candidato. Nessuna data di nascita, per cui oltre a dover appuntare gli estremi del documento di identità si è dovuto scrivere anche quella e far firmare. Un’operazione che è costata un’altra ora e mezza. Solo intorno alle 18 i candidati si sono potuti sedere, ma non prima di essersi spogliati di cappotti, borse e altri oggetti. Il presidente della commissione esaminatrice ha spiegato in seguito che è stata una disposizione dell’ultimo minuto perché richiesto dalle forze dell’ordine presenti in borghese.

La prova inizia intorno alle 18,40. Ulteriore ritardo in quanto il presidente, non disponendo di un microfono con casse acustiche per parlare ai candidati, è stato costretto a ripetere le istruzioni più volte spostandosi nei vari settori della palestra.

Si consegna infine alle 19,25 creandosi una calca protrattasi fino a oltre le 20. Il tempo a disposizione per la prova era di 45 minuti. In tutto 30 domande a risposta multipla, delle quali due di informatica e tre di lingua straniera. Alcune domande, a detta di molti concorrenti, contenevano errori grammaticali.

Sul test sono piovute molte critiche di presunte irregolarità e qualche candidato minaccia esposti, che si andrebbero ad aggiungere a quelli già presentati in questa lunga e tortuosa fase di preparazione alla selezione. Secondo le accuse, sui fogli mancavano i codici a barre. Non era prevista la possibilità di inserire il nome e cognome del candidato sul proprio test ma anzi, questi andavano scritti su un foglio che andava inserito in una busta gialla e chiuso con la colla. La busta chiusa sarebbe stata infilata insieme all’elaborato in una busta più grande. Nessuna firma né estremi del candidato sui fogli dell’elaborato, dunque. Un fatto che potrebbe determinare – secondo le critiche – la possibilità di scambiare i test che non hanno nessun segno di riconoscimento o di appartenenza ad un candidato. Il che potrebbe inficiare la prova d’esame.

Durante la prova, infine, si sono sentiti tre volte degli squilli di messaggi al cellulare sebbene fosse stato stabilito che doveva essere spento, con la batteria staccata, e sul proprio banco: qualcuno dei candidati ha timidamente protestato ma senza avere un riscontro.

Insomma, una gestazione lunghissima, molto tribolata, che ha portato nella giornata di ieri i candidati a trascorrere quasi sei ore per una prova che durava 45 minuti, nel caos generale tra pressapochismo e disorganizzazione. Ora non resta che attendere i risultati di questa tanto agognata graduatoria, nella speranza che non piovano altri ricorsi che allungherebbero ancora di più i tempi già biblici di quello che, lo ricordiamo, doveva essere un concorso pubblico per 30 posti stagionali a tempo determinato e che invece si è ridotto ad essere una mera selezione.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share