• Home »
  • Magazine »
  • Bocciato anche il sito web del Comune di Minturno dal Ministero della Pubblica Amministrazione e Semplificazione
Bocciato anche il sito web del Comune di Minturno dal Ministero della Pubblica Amministrazione e Semplificazione

Bocciato anche il sito web del Comune di Minturno dal Ministero della Pubblica Amministrazione e Semplificazione

Il nuovo sito web del Comune di Minturno

Il nuovo sito web del Comune di Minturno

Nell’immaginario collettivo un sito web della pubblica amministrazione dovrebbe essere quello che per i nostri padri è stato lo sportello anagrafe, i vigili urbani e tutti gli altri sportelli “fisici”. Ma è questa una visione riduttiva: grazie all’avvento della tecnologia digitale, il sito web deve (o dovrebbe) garantire maggiore efficienza e soprattutto trasparenza ed equità ai processi di erogazione dei servizi e al funzionamento della macchina amministrativa tutta. Dicevamo trasparenza, proprio perché grazie ai siti web della PA i cittadini devono poter conoscere il livello di efficienza e produttività degli uffici pubblici ed esprimere giudizi sulla qualità dei servizi di cui hanno usufruito.

E’ per queste finalità che è stata conferita centrale importanza dalle leggi della Pubblica Amministrazione digitale ai siti Internet degli Enti:  le numerose disposizioni normative sono state semplificate e rese più leggibili, facendole confluire nelle “linee guida  per i siti web della PA” , previste dall’art.4 della direttiva 8/2009 e che vengono aggiornate annualmente.

Le normative vigenti possono essere distinte in due categorie: quelle tecniche e quelle di servizi minimi garantiti. La prima categoria garantisce l’efficienza tecnica del sito, la seconda ha forse un maggiore impatto sull’utenza poiché definisce quali sono i servizi che l’utente – cittadino deve poter ottenere via web.

Ma quali sono i contenuti che il sito web di una Pubblica Amministrazione deve contenere, secondo il legislatore?

1) Informazioni relative alla struttura degli uffici;

2) Trasparenza, valutazione e Merito (tra le altre cose  è obbligatorio pubblicare le retribuzioni annuali, i curriculum vitae, i tassi di assenza del personale distinti per uffici, i tempi medi di pagamento, i contratti integrativi stipulati etc etc …);

3) Procedimenti amministrativi e servizi Online (ad es. la pubblicazione dell’elenco delle tipologie di procedimento svolte da ciascun ufficio, il termine per la conclusione di ciascun procedimento e  l’unità organizzativa responsabile, l’elenco della documentazione richiesta per i singoli procedimenti etc etc…);

4) La pubblicità legale.

E cosa succede se un sito web di una PA risulta inadempiente?

Se è vero che la parte “sanzionatoria” del mancato adempimento delle amministrazioni alle linee guida ancora non è stata inasprita, è pur vero che ogni inadempimento comporta un interesse leso,sia  in maniera diretta che indiretta. Pensiamo alla mancata pubblicazione delle informazioni che devono essere presenti nei siti istituzionali: essa può determinare addirittura una responsabilità di tipo penale ai sensi dell’art. 328 c.p, (Rifiuto di atti d’ufficio. Omissione). Nell’ottica del cittadino – utente,  un sito web non aggiornato o non contenente le informazioni prescritte dalle linee guida costituisce una violazione dei diritti riconosciuti dall’ordinamento: basti pensare al diritto ad un sito accessibile (art. 1 comma 2, legge 4/2004) o al diritto all’uso delle tecnologie nelle comunicazioni con l’Amministrazione (art.3, d.lgs n.82/2005).

E in questo contesto, viene drasticamente bocciato dal Ministero anche il sito web del Comune di Minturno:

Nella classifica stipulata dal servizio Magellano PA, sono solo 6 su 43 (14%) infatti gli indicatori minimi delle linee guida 2011 per i siti web della PA (1 su 1 per i documenti rilevati) soddisfatti dal sito web del comune  di Minturno (Se si considerano le linee guida 2010, sono solo 8 su 28 gli indicatori soddisfatti).

Dalla tabella ricavabile dal sito del Ministero relativa al sito web del Comune di Minturno, si può notare che gli indicatori non rappresentano dei meri “numeri”, ma dei servizi che sono stati erogati al cittadino (esito: soddisfatto) oppure non erogati (esito: non soddisfatto)

Da cittadino di questo comune, mi piacerebbe avere un sito web che mi consentisse da una parte di espletare la gran parte delle pratiche online, dall’altra mi piacerebbe poter trovare, così come avviene ad esempio nel sito web della provincia di Latina (il cui sito soddisfa quasi il 40% degli indicatori) tutte le determine dirigenziali e i compensi.

Ci auguriamo quindi che la nuova amministrazione si ponga subito in opera per adeguarsi alle disposizioni di legge, che genererebbero  un immediato beneficio per i cittadini / utenti e garantirebbero senz’altro una maggiore trasparenza alla macchina amministrativa, riducendo il distacco (non solo percepito) tra gli amministratori e la società civile

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share