Auto in divieto di sosta, l’ambulanza non passa: bimba rischia di morire

Auto in divieto di sosta, l’ambulanza non passa: bimba rischia di morire

Traversa Conte (ex Via Saponaro) a Scauri

Traversa Conte (ex Via Saponaro) a Scauri

Ha rischiato di morire una bambina di Scauri a causa del parcheggio selvaggio di alcuni residenti che ha impedito l’intervento tempestivo dell’ambulanza. E’ quanto denunciano i genitori, che chiedono maggiori controlli nella Traversa Conte (ex Via Saponaro), dove nonostante vi sia un divieto di sosta regna l’inciviltà e lo scarso senso civico, in quanto le autovetture vengono parcheggiate in spregio alla legge, impedendo il normale transito di veicoli e in particolar modo i mezzi di soccorso come ambulanze o vigili del fuoco. L’episodio è accaduto giovedì sera, intorno alle 20,30. La madre della bambina ha chiesto l’intervento del 118 in quanto la piccola era in preda a forti convulsioni.

“L’ambulanza prontamente intervenuta sul posto – raccontano i genitori – faticava a raggiungere la nostra abitazione proprio per colpa delle vetture ‘tranquillamente’ parcheggiate in divieto di sosta.

Auto parcheggiata in divieto di sosta nella Traversa Conte

Auto parcheggiata in divieto di sosta nella Traversa Conte

La situazione si è presentata particolarmente grave: infatti nostra figlia è stata classificata successivamente presso l’Ospedale di Formia con un codice rosso. Ora la situazione della bambina si è normalizzata grazie soprattutto all’intervento dei dottori. Abbiamo comunicato, tramite mail, il fatto accaduto ai vigili urbani e al sindaco senza avere, ad oggi, nessuna risposta. Del fatto accaduto sono stati informati anche i carabinieri del Comando generale di Roma che, dopo una celere risposta, ci hanno comunicato di aver affidato la segnalazione alla stazione Carabinieri di Scauri che verificherà in concreto la questione, interessando formalmente anche i competenti uffici del Comune di Minturno.

Chiediamo – concludono i genitori – che questo avvenimento possa essere discusso nelle prossime sedute del consiglio comunale per evitare altre spiacevoli conseguenze a causa dello scarso controllo del territorio, per non parlare della toponomastica, un grande problema ad oggi non risolto, che rallenta la ricerca, da parte degli operatori del 118, delle abitazioni degli ammalati”.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share