Consulenze esterne e affidamenti diretti, la Finanza indaga

Consulenze esterne e affidamenti diretti, la Finanza indaga

guardia-finanzaDue nuove indagini sono state avviate dal Gruppo della Guardia di Finanza di Formia sul Comune di Minturno. Da una parte l’incarico dato al collaboratore esterno, Francesco Bruno, oggetto di denuncia da parte dell’ex consigliere comunale Livio Pentimalli; dall’altra affidamenti diretti a ditte da parte di alcuni responsabili di servizio.

In merito alla figura del dottor Bruno, l’inchiesta avviata dalla Procura di Cassino è partita da un preciso esposto presentato dall’ex assessore ai servizi sociali Livio Pentimalli, che contestava l’illegittimità dell’inserimento nello staff del sindaco dell’ex segretario comunale comportando anche un aggravio delle spese comunali. L’esposto era stato inviato alla Corte dei Conti, al Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero dell’Interno e all’Autorità Nazionale Anticorruzione. E proprio la Presidenza del Consiglio aveva scritto all’amministrazione comunale, richiedendo documentazione di verifica. Dubbi erano stati sollevati anche dal capogruppo del Partito Democratico, Mimma Nuzzo, che aveva presentato ben due interrogazioni e inviato tutto l’incartamento alla Corte dei Conti.

Nei giorni scorsi, gli esponenti della minoranza consiliare sono stati tutti convocati presso la caserma di Formia per fornire spiegazioni in merito alla loro astensione al voto nel consiglio comunale del 23 agosto 2012 (delibera 26-2012, disponibile alla fine dell’articolo) in cui venivano chiamati a votare per gli incarichi esterni facenti parte dello staff del sindaco. Per la Nuzzo si trattava di un ingiustificato spreco di denaro pubblico (ben 24mila euro all’anno), in barba alla spending review, perché la figura di un segretario e di un vicesegretario comunale già erano in organico al Comune di Minturno. Per questo la figura del dottor Bruno rappresentava un doppione.

Oltre alla professoressa Nuzzo, sono stati ascoltati anche Gerardo Stefanelli e Raffaele Chianese, ai quali si sono aggiunti anche Giuseppe Tomao e Maurizio Faticoni, quest’ultimo all’epoca sedeva in opposizione. Il consigliere comunale Pino Russo, invece, non è stato convocato in quanto assente a quel consiglio comunale.

L’altra indagine che stanno svolgendo in queste settimane i militari della Guardia di Finanza, di cui è stretto il riserbo, riguarderebbe invece alcuni affidamenti diretti a ditte esterne, quindi senza alcuna gara. Sotto la lente di ingrandimento delle Fiamme Gialle sarebbe l’operato di alcuni responsabili di servizio del Comune di Minturno. E nelle scorse settimane diverse sono state le visite da parte degli agenti di Formia, diretti dal Comandante Andrea Bello, per richiedere documentazione. Dunque, non solo rifiuti, diventato ormai un refrain continuo, ma anche altri aspetti della quotidianità della macchina amministrativa.
Giuseppe Mallozzi

DOWNLOAD:

Delibera CC 26-2012

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share