Occupazione dei tecnici, l’opposizione: “Il sindaco si dimetta”

Occupazione dei tecnici, l’opposizione: “Il sindaco si dimetta”

occupazione tecnici 1 (Medium)“Costretti ad azioni eclatanti per vedere rispettato un proprio diritto: questa è la dignità che l’Amministrazione comunale di Minturno riconosce a chi esercita la propria professione nella legalità e, almeno in questo caso, nell’interesse dei cittadini”. A dichiararlo è il consigliere comunale del Partito Democratico, Gerardo Stefanelli, che interviene in merito all’occupazione dell’ufficio del sindaco Paolo Graziano da parte dei tecnici istruttori dei condoni edilizi.

“Oggi – prosegue l’esponente del centrosinistra – è toccato ai tecnici istruttori dei condoni, ma prima di loro nella stessa situazione si sono trovati i dipendenti per i buoni pasto o gli Lsu per il riconoscimento dell’assegno mensile. Dignità di lavoratore e di professionista, oltre che di essere umano, calpestata da un’Amministrazione che non è capace neanche di coordinarsi al proprio interno: infatti a fine Dicembre al consigliere Bembo era stato dato mandato di trovare un accordo transattivo per definire la questione dei tecnici istruttori, salvo poi inspiegabilmente cambiare completamente direzione, esponendo, tra l’altro il consigliere comunale delegato, ad una figuraccia”.

Tutto questo perché dopo oltre tre anni di Amministrazione ancora non si è capito quale procedura utilizzare, o forse la verità è che il problema è ben più complesso di quanto qualcuno voglia far credere: bisogna capire infatti ‘come’ sono spariti e  ‘dove’ sono andati a finire i soldi incassati per i condoni in questo lungo periodo di tempo, e cosi facendo probabilmente c’è il  rischio di ‘scoperchiare’  ben altri problemi che vengono dal passato. Un passato che ha visto protagonisti figure apicali di questa Amministrazione: che non fosse proprio quello l’ostacolo?

Certamente è paradossale che il settore di punta dell’azione politica svolta negli anni dal Sindaco Graziano sia oggi uno di quelli più bistrattati da questa amministrazione: oltre alla problematica dei tecnici non pagati, si aggiunge quella dell’ufficio condono sostanzialmente paralizzato, dell’ulteriore tentativo di prepensionamento azzardato della responsabile del servizio, della mancanza di strumenti e funzionalità dell’ufficio urbanistica. Insomma – conclude Stefanelli – una debacle che dovrebbe suggerire al Sindaco l’unico gesto che può restituire a Lui e alla sua squadra un po’ di dignità agli occhi dei cittadini: le dimissioni”.

Sul caso della corresponsione dei compensi relativi alle istruttorie dei condoni edilizi ai tecnici interni ed esterni era stata convocata per la fine di dicembre la commissione trasparenza, presieduta dal capogruppo del Pd Mimma Nuzzo, andata completamente deserta. La professoressa Nuzzo chiedeva di fare finalmente chiarezza su tale situazione, all’oggetto tra l’altro di una richiesta effettuata durante il consiglio comunale del 21 agosto 2014 e ad oggi ancora in attesa di risposta da parte dell’amministrazione. “Ad oggi – scriveva il consigliere della minoranza – visto che non risultano iscritti in bilancio i capitoli in uscita con i relativi importi da corrispondere ai tecnici interni ed esterni incaricati, chiedo come mai detti capitoli siano stati soppressi e dove siano confluite tali somme”.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share