Apre finalmente l’isola ecologica di Recillo

Apre finalmente l’isola ecologica di Recillo

L'entrata dell'isola ecologica di Via Recillo

L’entrata dell’isola ecologica di Via Recillo

Aprirà nei prossimi giorni, dopo quasi due anni dal termine dei lavori e tante polemiche, l’isola ecologica di Via Recillo. Il sindaco Paolo Graziano ha infatti emesso giovedì scorso l’ordinanza n. 3/2015 (disponibile alla fine dell’articolo) con la quale predispone l’apertura al pubblico dell’Ecocentro comunale per il conferimento dei rifiuti differenziati da parte dei cittadini. A gestirlo sarà la Ecocar, la ditta che attualmente con un appalto temporaneo in proroga si occupa del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani per il Comune di Minturno. Ed è stata la stessa azienda a comunicare con una nota all’amministrazione comunale di essere in grado di procedere all’apertura dell’isola ecologica, predisponendo una relazione tecnica nella quale vengono descritte finalità e modalità di organizzazione e funzionamento dell’Ecocentro.

Una struttura essenziale per la raccolta differenziata. Lo ribadisce anche il sindaco Graziano nell’ordinanza: l’apertura ha il fine di “evitare che in assenza di una isola ecologica cui conferire i rifiuti si incentivi l’abbandono indiscriminato degli stessi con conseguente grave degrado ed inquinamento dell’ambiente e garantire, invece, un elevato livello di tutela della salute e dell’ambiente”.

La struttura sarà aperta tre giorni a settimana, ovvero martedì, giovedì e sabato, osservando l’orario 7-12. Ad avere diritto all’accesso all’Ecocentro sono i cittadini residenti nel Comune di Minturno; i non residenti ma titolari di utenze domestiche sul territorio, comprovabile dal regolare pagamento della Tares/Tari; le attività insediate nel Comune di Minturno che siano regolarmente iscritte al ruolo per il pagamento della tariffa sullo smaltimento dei rifiuti urbani, attraverso i soggetti autorizzati; coloro che operano per conto del Comune di Minturno.

Diverse le tipologie di rifiuto conferibili: carta e cartone, legno, abbigliamento, rifiuti ingombranti, apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, pile esauste, batterie al piombo, medicinali, miscugli o scorie di cemento, mattoni, mattonelle, toner, sfalci e potature.

Sarà compito della Ecocar, gestore dell’Ecocentro, l’apertura, la chiusura e il presidio del personale durante gli orari di apertura del centro di raccolta nelle giornate previste; effettuare un accurato controllo visivo dei rifiuti conferiti ai fini dell’ammissione e controllare il corretto conferimento negli appositi spazi/box/contenitori; verificare l’accettazione dei materiali conferibili ammessi nel rispetto degli obiettivi e dei limiti indicati nel regolamento; sensibilizzare l’utenza ad un corretto e maggiore conferimento differenziato dei rifiuti; provvedere ad informare l’utenza sulle modalità di conferimento, le norme di comportamento e i rischi presenti all’interno del centro di raccolta; registrare su un apposito registro i dati del documento di riconoscimento, la data, il nominativo, la residenza, la tipologia e il quantitativo del rifiuto conferito, e fare apporre a fianco nella capposita casella al firma leggibile del cittadino conferente; segnalare all’ufficio comunale competente ogni significativa violazione del regolamento, qualsiasi disfunzione venga rilevata sia essa riferita alle strutture, attrezzature, contenitori o organizzazione e funzionalità dei servizi; sorvegliare, affinché si evitino danni alle strutture, alle attrezzature, ai contenitori e a quant’altro presente nell’area; provvedere alla pulizia e al mantenimento dell’ordine generale all’interno della medesima area e dei contenitori anche previa sanificazione.

L’apertura dovrebbe avvenire tra pochi giorni. La Ecocar sta predisponendo l’arrivo di scarrabili e contenitori per tutte le tipologie previste dal regolamento e riportate nell’ordinanza.
Giuseppe Mallozzi

DOWNLOAD:

ordinanza sindaco 3-2015

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share