Debiti fuori bilancio, arriva l’aut aut dei Revisori dei Conti

Debiti fuori bilancio, arriva l’aut aut dei Revisori dei Conti

comune-minturno-big (Medium)Fiato sul collo sull’amministrazione comunale da parte del Collegio dei Revisori dei Conti del Comune di Minturno che torna nuovamente a scrivere sulla questione dei debiti fuori bilancio. Nella lettera, indirizzata al sindaco Paolo Graziano, all’assessore al bilancio Gianfranco Colacicco, al presidente del consiglio comunale Gianni Izzo e al segretario generale Massimina De Filippis, i revisori richiedono la ricognizione, valutazione, quantificazione e certificazione delle presunte passività dell’Ente. Più volte è stata sollecitata la tempestiva disanima dei debiti fuori bilancio, tutte richieste che però, ad oggi, sono rimaste inevase.

Pertanto, il Collegio – presieduto da Giovanni Berto, affiancato da Giada Giorgetti e Alberto Gianfrocca – diffida l’amministrazione comunale a fornire entro e non oltre il 10 marzo a fornire l’intera documentazione richiesta, minacciando di informare gli organi competenti, ovvero la Corte dei Conti e la Procura della Repubblica di Cassino. Un vero e proprio aut aut imposto affinché la giunta si impegni una volta per tutte a palesare la reale situazione finanziari del Comune di Minturno.

Nella stessa missiva si richiesta anche la verifica degli atti amministrativi e del livello di informatizzazione degli uffici comunali. Questi ultimi sono chiamati in causa in quanto hanno prestato “scarsa collaborazione” mentre i revisori stessi sono stati costretti “ad operare in ambienti inidonei”. Una bella strigliata, che non ha mancato di far correre ai ripari il segretario De Filippis, che ha subito inviato una nota di servizio ai responsabili di settore per fornire al più presto l’elenco delle passività entro il 9 marzo.

Continua, dunque, il braccio di ferro tra l’amministrazione e il Collegio dei Revisori dei Conti. Basti ricordare che a dicembre le variazioni di bilancio sono state approvate senza il parere favorevole degli stessi revisori, i quali sul caso già hanno inviato l’incartamento alla Corte dei Conti.

Resta il nodo dei debiti fuori bilancio, che in un documento portato in commissione finanze ad aprile 2014 risultano debiti risalenti addirittura al 1994, che in totale superano il milione e mezzo, e figurano oltre 120 voci, la maggior parte per spese legali. Da allora non si è più discusso né in commissione né in consiglio comunale su riconoscimento di tali passivi e il continuo tergiversare da parte dell’amministrazione comunale lascia pensare che la situazione finanziaria dell’ente sia davvero drammatica. Lo dicono gli stessi Revisori dei Conti in una nota del 20 novembre scorso nella quale esprimono forti perplessità circa il mantenimento degli equilibri di bilancio.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share