Strade come una discarica a cielo aperto

Strade come una discarica a cielo aperto

Rifiuti davanti al Liceo Scientifico "L. B. Alberti"

Rifiuti davanti al Liceo Scientifico "L. B. Alberti"

Non siamo ancora in vera e propria emergenza, come accaduto la scorsa estate, ma i segnali non sono di certo incoraggianti. I marciapiedi della Via Appia, in particolare nel centro di Scauri, cominciano ad essere stracolmi e molti dei rifiuti vengono abbandonati a terra, con il conseguente brutto spettacolo che danneggia l’immagine turistica del Comune di Minturno. E c’è davvero di tutto: dal cartone alla plastica, fino a resti di cibo che con il caldo generano un cattivo odore che si sparge per il circondario.

I cassonetti non bastano più per contenere la spazzatura e i turisti lasciano le proprie buste dove capita. E purtroppo, non solo quelle. Molti gli ingombranti abbandonati, come frigoriferi, divani e ogni altro tipo di arredo di un’abitazione. La raccolta differenziata, inutile dirlo, non esiste. A questo si aggiunge il problema dei gatti randagi che invadono i posti dove maggiormente si concentra il fenomeno. E il grande caldo di questi giorni certo non aiuta.

«Siamo stanchi di questa situazione – dichiara Pasquale Angelino, vicepresidente dell’associazione commercianti “Minturnae” – è ora di prendere dei provvedimenti seri. La Via Appia è diventata qualcosa di invivibile: ci sono rifiuti sui marciapiedi, una puzza insopportabile. Oltretutto i bidoni non vengono nemmeno lavati chimicamente, tutto questo sta causando un grosso disagio a noi commercianti, che viviamo e lavoriamo sulla Via Appia. Inoltre, non c’è alcun controllo sugli orari per gettare i rifiuti. Ci sono parecchi villeggianti che buttano la loro spazzatura ad ogni ora e questo sta creando un caos nella raccolta».

Nonostante l’ordinanza emessa dall’amministrazione comunale, di conferire i rifiuti dalle 20 alle 6 del mattino seguente, e i numerosi controlli che stanno effettuando quotidianamente i vigili urbani, sembra proprio che questo triste fenomeno persista. Spettacolo indecente anche davanti al Liceo Scientifico Leon Battista Alberti, sito in Via Santa Reparata, di certo non una zona così densa di turisti. Qui sono stati abbandonati immondizia e ingombranti, al punto da diventare una vera e propria discarica abusiva.

E nonostante i netturbini ripuliscano l’area, i rifiuti ritornano. Situazione identica un po’ nel resto del Comune di Minturno, ma il fenomeno è più concentrato nelle frazioni di Scauri e Marina di Minturno, a causa della forte presenza dei turisti. Anche quest’anno l’inizio dell’estate non è stato proprio entusiasmante.
Giuseppe Mallozzi

La Provincia 7-7-2012

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share