Spiaggia in stato pietoso, tra copertoni e incendi

Spiaggia in stato pietoso, tra copertoni e incendi

Giovedì 2 Aprile 2015. Una tipica calda giornata primaverile che spinge tutti, grandi e piccoli a trascorrere parte del tempo all’aperto. D’altronde è risaputo che il nostro litorale, il litorale di Scauri, è meta frequente di Formiani, o Casertani che lo preferiscono rispetto al vicino lungomare di Gianola per comodità di parcheggio e viabilità. Tuttavia costantemente, dal periodo successivo alla stagione estiva  fino all’ inizio dell’ estate, cioè quando gli operatori balneari hanno gli stabilimenti chiusi e giustamente non se ne occupano, è sempre malridotto.

Sarebbe anche lecito trovare conchiglie, qualche sasso o al massimo qualche bottiglia o sporcizia trasportata dalla corrente marina. La questione diventa un vero e proprio problema quando, invece, camminando sulla battigia, si intravedono copertoni di auto, bottiglie di plastica da detersivo, cartacce, o ancor di più pesci morti lasciati a putrefarsi al sole le cui membra vengono mangiate da qualche uccello. Ogni tanto, i cumuli di sporcizia raccolti dagli stabilimenti prendono fuoco, rendendo la zona totalmente impraticabile, e lasciando inoltre vere e proprie macchie di cenere sulla sabbia.

Ma ancora, vecchia storia, il laghetto di parco Recillo, uno dei simboli del lungomare, dove insieme alle paperelle galleggiano buste di plastica e bottiglie di vario genere. Più volte il gruppo “Scauresi” ha organizzato giornate ecologiche in cui dei volontari hanno contribuito alla pulizia di alcuni settori di lungomare, ma la situazione si ripropone ugualmente.

Sarebbe quindi opportuno che dove l’organizzazione comunale per mancanza di fondi – e conseguentemente di mezzi – non può arrivare prevalesse il senso civico e l’osservanza delle regole di ciascun buon cittadino, consapevole che, tra qualche mese, in spiaggia scenderà anche lui.
Gianluca Izzo

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share