Consorzio Aurunco di Bonifica, ennesima odiosa gabella

Consorzio Aurunco di Bonifica, ennesima odiosa gabella

In questi giorni una cospicua parte di cittadini del Comune di Minturno sta ricevendo o ha ricevuto  le cartelle esattoriali del Consorzio Aurunco di Bonifica della regione Campania, con tanto di arretrati delle rate dovute negli ultimi cinque anni anche se, ad esser precisi,  tale notifica è già iniziata nel gennaio dello scorso anno. Molti gli errori di attribuzione delle tariffe relative ai proprietari delle particelle censite, viene attribuita l’irrigazione anche quando non esistente, non si comprende poi  il criterio di assegnazione  per variazione dei dati catastali nel frattempo avvenuti.

E sottolineo che le notifiche sono limitate, parrebbe, solo all’area di Marina di Minturno  perché pare che anni fa Scauri e Minturno e le altre frazioni siano state  scorporate dal cosiddetto Consorzio. Inoltre tenendo presente che l’ente non provvede alla pulizia di fossi e canali ( anche nelle zone più urbanizzate e  c’è veramente da chiedersi cosa accade in quelle meno frequentate) mi chiedo perché sia dovuta questa ennesima gabella.

Per avere spiegazioni non abbiamo un ufficio in zona ma dobbiamo recarci a Sessa Aurunca,  possibilmente muniti di tecnici,  oppure provare a telefonare al numero verde 800.189.584.

Sull’avviso di pagamento, nel quale si spiegano dettagliatamente, si fa per dire,  i motivi  (sic!) per i quali si deve, e non si dovrebbe, elargire al classico ente, probabilmente, inutile l’odiata tassa è annotato anche questo altro numero telefonico, 0823937001.

Provateci e che “ a Maronn’ v’accumpagn’!”.

Numero verde e non da contattare? Impresa titanica perché, dopo una mattinata di tentativi, ho dovuto desistere in quanto colpito dalla sindrome da cornetta telefonica alla mano destra.

Visto che sono un destrimane irriducibile e che non essendo, di conseguenza, neppure parzialmente ambidestro ho almeno risparmiato la mano sinistra.

Ma voi non demordete, provateci e magari, se proprio volete togliervi una soddisfazione, provate a contattare il Comune di Minturno per vedere se ha preso qualche iniziativa tesa a contrastare l’imposizione dell’iniquo tributo.

In questo caso posso comunque confermarvi che l’Amministrazione in carica si sta muovendo al fine di limitare i danni e che taluni cittadini si stanno costituendo in una sorta di class action al fine di non versare il richiesto.

Resta anche confermato il fatto che solo talune zone del comune minturnese sono, o sarebbero, interessate alla contestata imposizione.

Michele Ciorra

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share