• Home »
  • Politica »
  • Consegnate al Ministero della Giustizia le firme raccolte dal circolo SeL di Minturno contro la chiusura del Tribunale di Gaeta
Consegnate al Ministero della Giustizia le firme raccolte dal circolo SeL di Minturno contro la chiusura del Tribunale di Gaeta

Consegnate al Ministero della Giustizia le firme raccolte dal circolo SeL di Minturno contro la chiusura del Tribunale di Gaeta

Il Tribunale di Gaeta

Il Tribunale di Gaeta

Nei giorni scorsi sono state consegnate al Ministro della Giustizia le circa 2000 firme della petizione popolare contro la chiusura della sezione distaccata di Gaeta del Tribunale di Latina. In quella sede abbiamo ribadito le ragioni della nostra opposizione a questa grave decisione prevista dalla spending review: peggioramento dei livelli già critici dell’occupazione, negazione di fatto per i cittadini di un diritto costituzionalmente garantito come è quello della giustizia vista la conformazione geografica del territorio della provincia, affievolimento delle politiche di contrasto alla criminalità organizzata in una zona ampiamente infiltrata.

Peraltro nella Assemblea pubblica tenuta il 23.06.2012 presso l’Albergo Villa Eleonora di Scauri abbiamo ampiamente dimostrato come dalla chiusura di Gaeta e anche dell’Ufficio del Giudice di Pace di Minturno non derivi nessuna economia. Anzi, al contrario, si può ragionevolmente ipotizzare una lievitazione dei costi.

Le voci che abbiamo ufficiosamente raccolto all’interno del Ministero non ci lasciano molto tranquilli; infatti se si dice che alcune sezioni distaccate e alcuni Uffici dei Giudici di Pace potranno essere salvate, si lascia intendere che tale ripensamento sarà influenzato, come è ovvio, dalle pressioni che verranno esercitate.

A questo proposito dobbiamo rilevare con rammarico che seppur riteniamo un successo la nostra iniziativa politica le Istituzioni ( Comuni del comprensorio, Ordini professionali, ecc. ) hanno avuto un atteggiamento colpevolmente indifferente : mentre in altre zone si occupano i Tribunali minacciati di chiusura o si fanno manifestazioni di piazza con i Sindaci in testa ( vedi Cassino ) da noi a malapena si approva un tiepido Ordine del Giorno nel chiuso del Consiglio Comunale.

Chiediamo, nell’interesse dei cittadini, alla politica e alle istituzioni di battere un colpo e di mettere in campo iniziative più incisive.

Il Coordinatore del Circolo SEL di Minturno
Giuseppe D’Acunto

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share