• Home »
  • Cronaca »
  • Mix di vodka e birra, in coma etilico una ragazza di 15 anni dopo festa in spiaggia a Scauri
Mix di vodka e birra, in coma etilico una ragazza di 15 anni dopo festa in spiaggia a Scauri

Mix di vodka e birra, in coma etilico una ragazza di 15 anni dopo festa in spiaggia a Scauri

Alcool

Alcool

Hanno chiamato gli amici, dicendo subito che la situazione era grave. Lei adesso è ricoverata al «Dono Svizzero» di Formia, le sue condizioni sono migliorate anche se la prognosi resta riservata e lei ancora in osservazione. E’ una ragazzina di appena 15 anni, la chiameremo Patrizia, e ha rischiato la vita per un cocktail di alcolici ingeriti uno dopo l’altro.

Doveva essere una festa quella in spiaggia, nei pressi del Lido Poseidon, a Scauri, località dove risiede, ma ha rischiato di trasformarsi in tragedia. Lei sdraiata su un lettino, priva di sensi, come se fosse morta, intorno gli amici disperati a chiamare il 118. Hanno capito subito e agli operatori della centrale hanno spiegato che Patrizia aveva bevuto birra, sicuramente, ma anche vodka. Un mix che data la sua età e probabilmente nessuna abitudine ad assumere alcolici le ha causato l’alterazione dello stato neurologico. Una vera e propria intossicazione che si registra normalmente quando il tasso alcolemico supera i 3 grammi per litro di sangue.

Se pensiamo che il limite consentito per mettersi alla guida è inferiore a 0,5 grammi/litro è chiaro che un tasso sei volte superiore può causare problemi molto seri. Non è, soprattutto in ragazzi giovani, una «sbornia» ma si trasforma in qualcosa di grave. E tutto dipende, fra l’altro, dalla persona che assume alcol – in questo caso parliamo di una ragazzina di 15 anni – e dalla gradazione alcolica delle bevande ingerite. La birra di per sé non dà grandi problemi – la gradazione varia dai 5 ai 6 gradi per quelle che si trovano normalmente in commercio – ma la vodka è molto più «pesante» e supera normalmente i 20 gradi. Un mix tra le due bevande, poi, rischia di avere effetti come quello capitato in spiaggia a Scauri.

«Purtroppo c’è un’incidenza di consumo di alcol nei minori, soprattutto tra le ragazze – dice Mario Mellacina, dirigente del dipartimeno di emergenza dell’ospedale Goretti di Latina – che è spaventoso». Il coma etilico è molto pericoloso perché può provocare l’arresto cardiocircolatorio o quello respiratorio, caso quest’ultimo che ha riguardato Patrizia.

Fortunatamente i suoi amici hanno immediatamente capito che la cosa era seria e chiamato i soccorsi, provvidenziale l’intervento immediato dei mezzi dell’Ares 118. Una situazione ben diversa da quella capitata nei giorni scorsi in provincia di Lucca, dove un ragazzo di 17 anni in coma etilico anziché essere soccorso veniva filmato coi telefonini all’esterno di una discoteca dove aveva alzato troppo il gomito. A Patrizia è andata meglio, ma ricorderà per sempre lo «sballo» di una notte che poteva finire molto peggio.

Fonte: Il Messaggero

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share