• Home »
  • Politica »
  • Caso Ego Eco, l’amministrazione comunale richiede l’informativa antimafia a carico della ditta
Caso Ego Eco, l’amministrazione comunale richiede l’informativa antimafia a carico della ditta

Caso Ego Eco, l’amministrazione comunale richiede l’informativa antimafia a carico della ditta

Ego Eco, deposito ex Asia

Ego Eco, deposito ex Asia

«Ci preme informare la cittadinanza che stamane abbiamo deciso di inviare alle Prefetture di Latina, Roma, Frosinone e Napoli una interpellanza, in grado di permettere al Comune di Minturno di recepire la stessa informativa antimafia a carico della Ego Eco s.r.l., che di recente ha fatto decadere l’aggiudicazione della gara d’appalto per i rifiuti nel Comune di Torre del Greco, dando vita ad un contenzioso amministrativo in discussione presso il T.A.R. di Napoli il prossimo 21 novembre.

Questa azione è il primo atto pubblico ufficiale che l’Amministrazione Civica di Minturno intraprende nei confronti della Ego Eco s.r.l., al quale intendiamo dare la giusta visibilità perché i cittadini abbiano una prova tangibile, invece che proclami sensazionalistici, del silenzioso lavoro che stiamo portando avanti per l’igiene e il decoro della città. Tuttavia, come il contenzioso aperto contro il Comune di Torre del Greco testimonia, i rapporti tra gli Enti pubblici e le società appaltatrici di servizi sono tutelati dalle stesse norme di legge che la nostra Repubblica prevede per qualsiasi soggetto giuridico e sono anche suscettibili di pretese risarcitorie.

A tal proposito, sottolineiamo come questa iniziativa renda chiara la determinazione con cui l’Amministrazione sta affrontando il problema, ma anche il senso di responsabilità con cui s’intende procedere per tutelare l’Ente. Di conseguenza, non sono ipotizzabili, né auspicabili, azioni perentorie ed unilaterali che non abbiano preventivamente, e sotto tutti i profili giuridici, analizzato le conseguenze derivanti da ciascun tipo di azione, ovvero che non abbiano previamente consolidato un impianto probatorio incontrovertibile.

Rassicuriamo, quindi, i cittadini sul fatto che questa Amministrazione sia totalmente dedita a offrire in tempi brevi le soluzioni necessarie per garantire il decoro urbano che la città merita».

Il sindaco di Minturno Paolo Graziano e l’Assessore all’Igiene Roberto Lepone

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share