• Home »
  • Politica »
  • Far rivivere le aree verdi assegnandole ai privati. La proposta del consigliere comunale Mino Bembo
Far rivivere le aree verdi assegnandole ai privati. La proposta del consigliere comunale Mino Bembo

Far rivivere le aree verdi assegnandole ai privati. La proposta del consigliere comunale Mino Bembo

Mino Bembo

Mino Bembo

Aree verdi affidate a privati per la loro riqualificazione. È la proposta lanciata dalla commissione urbanistica, presieduta dal consigliere Mino Bembo, volta a migliorare la situazione dei parchi nel Comune di Minturno.

«E’ nostra intenzione – spiega Bembo – identificare tutte quelle aree che allo stato attuale necessitano di manutenzione e che, purtroppo, hanno un costo troppo elevato per le casse comunali. La nostra proposta è dunque quella di dare in concessione gratuita tali aree al fine di installarvi anche attività commerciali, come per esempio dei chioschi, previa la loro manutenzione e riqualificazione. L’uso pubblico delle aree sarà comunque garantito. Abbiamo anche approvato il bando per far partecipare gli interessati al nostro progetto, che ora andrà in visione alla giunta per l’approvazione definitiva».

Tra le iniziative compaiono anche quelle riguardanti il verde pubblico. Tali zone possono essere prese in carico da vivai per essere manutenute periodicamente e in cambio la ditta può farsi pubblicità. Di certo un’operazione a costo zero per il Comune ma di grosso valore per la cittadinanza.

Bembo, infine, smentisce le voci riguardanti la privatizzazione del Parco Recillo: «L’area continuerà ad essere fruibile per il pubblico ma verranno potenziati i servizi». Tra le aree che avrebbero bisogno di una riqualificazione il Parco Recillo è tra le maggiori a richiedere un intervento: non solo la vegetazione ma anche le giostre per i bambini necessitano di un rinnovo.
G.M.

La Provincia 12-10-2012

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share