Giudice di pace, protocollo rinviato

Giudice di pace, protocollo rinviato

L'ufficio del Giudice di Pace di Minturno

L’ufficio del Giudice di Pace di Minturno

Incontro interlocutorio ieri mattina per il futuro dell’amministrazione della giustizia nel sud pontino. Ieri mattina, presso l’aula consiliare, i sindaci dei nove comuni non hanno raggiunto alcun accordo per la nuova sistemazione degli uffici del giudice di pace. Se Minturno attraverso il delegato del sindaco Mino Bembo è rimasto sulle sue posizioni difendendo lo status quo e proponendo anzi il trasferimento anche dell’ufficio del giudice di pace di Gaeta a Minturno, come contropartita di un appoggio forte nella lotta per conservare le sezioni penali e civili della sede distaccata di Gaeta, la mole delle spese ha fatto seriamente riflettere gli altri intervenuti.

In caso gli uffici rimanessero separati si parla infatti di 200mila euro per i 5 comuni di Formia, Gaeta, Itri, Ponza e Ventotene contro 140mila euro per i comuni di Minturno, Castelforte, Santi Cosma e Damiano e Spigno Saturnia. Insieme però le spese diminuirebbero notevolmente, considerando anche un unico ufficio per cancellieri ed impiegati. Trovato invece l’accordo per il criterio di ripartizione delle spese che, in ogni caso, dovrebbe essere quello del numero degli abitanti. Lunedì i sindaci si ritroveranno nuovamente presso la sala sicurezza del comune di Formia, dove potrebbe essere finalmente siglato l’accordo, in un senso o nell’altro.

Alla riunione erano presenti Vice Sindaco di Formia Benedetto Assaiante, il Sindaco di Itri Giuseppe De Santis, Il Sindaco di Ventotene Giuseppe Assenso, il Sindaco di Castelforte Patrizia Gaetano, il Sindaco di S. Cosma e Damiano Vincenzo Di Siena, il consigliere comunale di Minturno, delegato del Sindaco, Mino Bembo.

Intanto l’ordine degli avvocati di Latina, presente alla riunione attraverso il presidente Giovanni Malinconico insieme al segretario dell’associazione <Avvocati sud Pontino> Pasquale di Gabriele, ha illustrato l’iter della petizione popolare per la salvaguardia della sede distaccata di Gaeta del Tribunale di Latina.

Lunedì la bozza sarà sottoposta alle forze sociali e politiche (sempre presso la sala Sicurezza) oltre che ai rappresentanti degli altri ordini, mentre martedì sarà la stessa assemblea degli avvocati ad approvare il testo definitivo. Da mercoledì prossimo inizierà dunque la raccolta di firme.
Antonello Fronzuto

La Provincia 13-10-2012

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share