• Home »
  • Politica »
  • Ego Eco, per l’opposizione il rinvio del consiglio è uno “sgarbo istituzionale”
Ego Eco, per l’opposizione il rinvio del consiglio è uno “sgarbo istituzionale”

Ego Eco, per l’opposizione il rinvio del consiglio è uno “sgarbo istituzionale”

Un momento della conferenza dell'opposizione

Un momento della conferenza dell’opposizione

Un vero e proprio «sgarbo istituzionale». L’hanno definito così gli esponenti dell’opposizione, durante la conferenza stampa di ieri mattina presso il Park Village di Scauri, il rinvio del consiglio comunale previsto per lunedì, con all’ordine del giorno la situazione della raccolta dei rifiuti solidi urbani e in particolare per conoscere le strategie messe in campo dalla giunta per la risoluzione dell’appalto con la Ego Eco. Per questo richiedono gli atti all’ufficio igiene.

«È passato un mese – ha dichiarato Gerardo Stefanelli, affiancato da Maurizio Faticoni, Raffaele Chianese e Mimma Nuzzo – e non ci è stata consegnata alcuna relazione, perché ci hanno detto che non era pronta. Poi invece a inizio ottobre veniamo a sapere che è stato affidato l’incarico a un consulente di Roma, al quale era stata trasmessa la suddetta relazione. Per questo abbiamo richiesto un consiglio comunale ad hoc, che purtroppo ci è stato negato in maniera illegittima, e per questo chiederemo l’intervento del Prefetto per una diffida.

Non volevamo lo scontro, anzi abbiamo proposto collaborazione ma dalla maggioranza non proviene alcuna forma di rispetto, come per l’approvazione del bilancio di previsione, quando avevamo chiesto, senza essere ascoltati, di discuterne qualche giorno dopo per avere la possibilità di analizzare meglio il documento. La nostra è una battaglia per tutta la città, contro la mortificazione dei cittadini che pagano profumatamente per un servizio che non esiste. Le inadempienze sono sotto gli occhi di tutti».

Infine, Stefanelli ha sottolineato che sussiste un danno erariale per il Comune di Minturno in merito a servizi pagati e mai effettuati dalla Ego Eco, come il lavaggio chimico dei cassonetti che da contratto dovrebbe avvenire una volta al mese.
G.M.

La Provincia 13-10-2012

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share