Convocato il consiglio comunale sulla Ego Eco

Convocato il consiglio comunale sulla Ego Eco

Ego Eco

Ego Eco

Il consiglio comunale richiesto dall’opposizione sul delicato argomento della risoluzione del contratto con la Ego Eco, che in un primo tempo era stato fissato per lunedì scorso, è stato convocato per il 29 ottobre alle ore 19. È quanto deciso nella riunione dei capigruppo ieri mattina.

Dal canto suo, Gerardo Stefanelli (Minturno Cambia) denuncia il fatto di non aver ancora ricevuto dopo oltre un mese la relazione dell’ufficio igiene. «Ci viene chiesta collaborazione – dichiara – ma quando andiamo a chiedere la documentazione per capire le strategie dell’amministrazione sulla risoluzione del contratto ci viene negata. Abbiamo appena visionato un documento nel quale si riassumono grossomodo le inadempienze contestate, richiamando tre distinte determine di questi ultimi tre anni, nelle quali si citano il mancato spazzamento e lavaggio dei cassonetti o anche la mancata assunzione dei dipendenti. Tutte cose che abbiamo sempre denunciato noi dai banchi dell’opposizione. È questa maggioranza che alimenta il clima di scontro».

Sull’argomento interviene anche il coordinatore di Città Nuove, Antonio Gallo, che stigmatizza il comportamento del presidente del consiglio comunale Gianni Izzo per aver rinviato l’assise programmata per lunedì scorso. «Ad aggravare questo comportamento in cui si evidenzia un palese sgarbo all’istituzione – dichiara Gallo – la non consegna della documentazione richiesta sebbene il termine perentorio di cinque giorni previsto per il rilascio, come recita l’articolo 29 dello statuto comunale, sia stato abbondantemente superato. Si può aver ancora fiducia di questo presidente? O questo presidente non ha la conoscenza del regolamento? Il consiglio comunale ha il compito di controllo e di indirizzo e se un presidente del consiglio non applica le regole vuol dire che almeno ha necessità di aggiornare le sue conoscenze».

Infine, lo sciopero degli operai della Ego Eco, previsto per ieri, è rientrato ma permane lo stato di agitazione.
Giuseppe Mallozzi

La Provincia 18-10-2012

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share