• Home »
  • Attualità »
  • Ospedale, non passa la linea del Comune: la struttura sarà diretta dal 118. Rsa vicina all’apertura
Ospedale, non passa la linea del Comune: la struttura sarà diretta dal 118. Rsa vicina all’apertura

Ospedale, non passa la linea del Comune: la struttura sarà diretta dal 118. Rsa vicina all’apertura

L'ex ospedale di Minturno

L’ex ospedale di Minturno

Ospedale e Rsa. Due strutture che ancora oggi costituiscono un punto interrogativo per i cittadini. Secondo quanto si apprende, sul punto di primo intervento penderebbe una vera e propria Spada di Damocle, in quanto pare quasi certo il passaggio della struttura all’Ares 118, così come abbiamo anticipato qualche mese fa su queste colonne.

Almeno questo è il risultato della riunione tenuta a Latina dal sindaco Paolo Graziano e dal consigliere Americo Zasa, presidente della commissione sanità. Una riunione che sarebbe dovuta servire, al contrario, per il potenziamento della struttura di Via degli Eroi.

L’amministrazione comunale, infatti, stava lavorando per dare un’offerta sanitaria migliore per gli utenti. Nell’ex nosocomio, oggi declassato a semplice punto di primo intervento, è attivo soltanto il laboratorio analisi e proprio per superare questo gap l’assessore alla sanità Aristide Galasso e il consigliere Americo Zasa avevano l’intenzione di chiedere all’Asl un potenziamento dei servizi, aggiungendo almeno quelli minimi come l’elettrocardiogramma e radiografia. Ma a quanto pare tale progetto resterà nel cassetto. L’amministrazione ha comunque preso tempo al fine di adottare contromosse per scongiurare un’ulteriore penalizzazione dell’ex ospedale.

Rsa Poggio Ducale

Rsa Poggio Ducale

Sulla Rsa, invece, a quanto trapela potrebbe esserci un’apertura a breve, o comunque per gennaio, ma senza l’accreditamento della Regione Lazio, che avrebbe soltanto rilasciato un’autorizzazione alla Tear, l’impresa che opera sulla struttura di Monte Ducale, fornendo i servizi a proprie spese e con la retta pagata dalle famiglie. Sulle modalità di tale apertura non è ancora dato sapere qualcosa di preciso. In particolare, sui servizi sanitari forniti, quanto personale verrà impiegato e soprattutto se l’amministrazione comunale dovrà dare un aiuto per le spese dell’intera operazione. Anche perché la Regione Lazio non rilascia accrediti proprio perché non riesce a pagare le convenzioni sanitarie. Con ogni probabilità la Rsa potrebbe aprire i battenti con il nuovo anno.

Giuseppe Mallozzi

La Provincia 1-12-2012

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share