Avvio della rete territoriale di contrasto alle nuove povertà

Avvio della rete territoriale di contrasto alle nuove povertà

Poveri

Poveri

Prende oggi l’avvio il progetto “AGIRE –Azioni Giovanili di Integrazione delle Risorse e delle Esperienze, selezionato e  finanziato dai Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio e proposto dalla rete di Organizzazioni di Volontariato  (“Insieme –Immigrati in Italia” capofila e “Arcangela Tarabotti”, partner l’Istituto Alberghiero “Celletti” di Formia, il Liceo parificato  “S. Francesco” di Fondi e l’associazione di promozione sociale Slow Think).

Il progetto intende promuovere riflessione  e interventi sul grande tema delle povertà (soprattutto le povertà “soggettive”, tanto più insidiose quanto meno appariscenti); la meta è far emergere i bisogni specifici del territorio,  individuare le dinamiche che ne facilitano o contrastano lo sviluppo , fino a creare una vera e propria “Mappa delle povertà nel Sud Pontino” da restituire, tramite pubblicazioni ed eventi significativi, al territorio stesso e a tutti gli interessati.
Primo passo l’impegno a mettere in rete le risorse locali – per potenziarle, costruendo un  processo di conoscenza condivisa  che permetta di individuare  quali i possibili strumenti istituzionali più efficaci a contrastare le nuove povertà. E’ per questo che già oggi, nel primo incontro programmatico previsto dal progetto nella sala Boffa del Comune di Formia, si incontreranno i delegati di 5 Comuni (Formia, Gaeta, Itri, Minturno, Spigno Saturnia), rappresentanti dei Consultori Familiari, delle Scuole, del mondo della Chiesa, dell’associazionismo socioculturale, sportivo, giovanile.
Idea portante del progetto è individuare la centralità del disagio nella fascia della popolazione giovanile (14 – 25/30 anni); sono questi giovani che il progetto intende contattare, proponendo la partecipazione come alternativa al disagio, offrendo loro percorsi e strumenti di formazione, invitandoli a farsi protagonisti di azioni di prevenzione e  integrazione.
Da oggi, quindi, il progetto A.G.I.R.E. lancia la sua sfida, con la forza del volontariato che intende farsi ponte tra la solitudine e l’impotenza del singolo e le risorse  della collettività, per scoprire l’importanza e la ricchezza di “essere insieme” e di “fare insieme”; ma anche farsi ponte tra il pubblico e il privato, tra  le istituzioni e il territorioNaturalmente, è solo il primo passo: ma un primo passo consapevole, fermamente deciso a gestire il progetto come investimento concreto per costruire una base solida per progettualità future, aperto ad integrazioni e sviluppi.
Maria Grossi, presidente di “Insieme –Immigrati in Italia”
Antonella Russo, presidente di “Arcangela Tarabotti”
Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share