Perchè ho deciso di candidarmi

Perchè ho deciso di candidarmi

Alfonso Artone

Alfonso Artone

Care amiche e cari amici, in questi giorni parlando con diversi di voi, ho maturato quella che potrebbe sembrare un’impresa impossibile: candidarmi alle primarie parlamentari!

Come molti di voi sanno, non mi sono mai tirato indietro, quando si tratta di “metterci la faccia”, cioè dire quello che penso o che pensiamo e prendermi le relative conseguenze. Credo di essere un libero pensatore, all’interno del centro sinistra, e ritengo che i candidati (e poi i rappresentanti) abbiano un “nome e cognome” – intesi come identità precisa e intoccabile – all’interno della coalizione, partito, o movimento che li “contiene”. E poi: perché lasciare che siano sempre i “soliti noti” a fare incetta di

voti e a proporci le solite ricette, che oltre ad essere spesso a proprio uso e consumo sanno anche di stantio? Perché non difendere gli ideali per i quali abbiamo sempre combattuto in prima persona?

Ma soprattutto: perché non farlo proprio adesso?!

Fortunatamente queste inedite e tanto attese primarie parlamentari, che restituiscono agli elettori la libertà costituzionale di scegliersi i propri rappresentanti, consentiranno a tante persone valide e auspicabilmente “nuove” (anche sotto il profilo parlamentare) di sottoporsi alla propria base elettorale. Molte saranno imposte dall’alto   ma altre potranno salire come me “dal basso”.

In ogni caso mi impegno a chi decidesse di votarmi, di continuare a perseguire con forza i valori in cui credo e crediamo, rispettando fermamente chi la pensa diversamente da me. Fu Voltaire, d’altra parte, a sostenere solennemente: “Non condivido i tuoi punti di vista, ma mi batterò fino alla morte perché tu possa sempre liberamente sostenerli”.

In ogni caso sento di dover dire un grande grazie di cuore al PD per questa possibilità che ci sta offrendo, che è frutto di una battaglia davvero partita dal basso, e che i vertici sono stati finalmente in grado di capire, approvare e fare propria (magari ingoiando qualche rospo).

D’altronde, chi mi conosce sa che amo le sfide, purché il risultato finale sia costruttivo e condiviso, per cui se ritenete di appoggiare la mia candidatura, vi prego sin da ora di sensibilizzare in questo senso i vostri amici che hanno votato nel Lazio alla primarie del Centro sinistra, e di fare ad essi il mio nome.

Per potermi candidare, avrò bisogno di un gran numero di firme da parte dei tesserati del PD (al 2011) quindi è una impresa molto molto difficile, ma non impossibile: per chi di voi fosse tesserato, lo invito a recarsi prima del 21 Dicembre (Venerdì) presso un circolo PD in provincia di Latina, e di firmare per me.

Vi ringrazio fin da ora per i vostri commenti, qualunque essi siano, e per eventuali suggerimenti e proposte che rispetterò e prenderò in considerazione, discutendone con voi.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share