Rubato il carburante degli scuolabus gestiti dalla Golfo Trasporti

Rubato il carburante degli scuolabus gestiti dalla Golfo Trasporti

Scuolabus

Scuolabus

Furto di carburante ai danni della Cooperativa «Golfo Trasporti» di Minturno, che gestisce il servizio degli scuolabus per conto del Comune. In tempi di crisi economica, anche i ladri si attrezzano e si adeguano alle necessità concentrandosi su colpi ad hoc di materiale che oggi ha un prezzo ormai arrivato alle stelle.

Nelle scorse notti si sono ripetuti diversi episodi nel deposito presso l’ex depuratore di Via Recillo a Marina di Minturno, dove la Golfo Trasporti tiene posteggiati i pulmini per il trasporto quotidiano degli scolari. I mezzi adibiti al trasporto degli alunni del territorio, ai quali era stato fatto il pieno, presentavano evidenti segni di manomissione e infatti i loro serbatoi risultavano essere stati svuotati.

Per la cooperativa si tratta di un danno di migliaia di euro, dovuto non solo al costo per il gasolio rubato ma anche alla riparazione dei pulmini. I ladri hanno approfittato del fatto che la zona sia poco controllata e con il favore della notte si sono introdotti all’interno del piazzale. Hanno utilizzato una tecnica molto elaborata, in quanto hanno forato tutti i serbatoi dei pulmini in più punti, in modo da poter prelevare in maniera agevole il carburante.

Probabilmente per fare i buchi hanno utilizzato un trapano elettrico, con una punta lunga a sufficienza per arrivare all’interno dei serbatoi e permettere al gasolio di fuoriuscire con facilità, senza l’impiego di tubi dai quali aspirare il prezioso liquido. Insomma, non degli sprovveduti ma persone che sapevano il fatto loro. Il presidente della Cooperativa «Golfo Trasporti», Marina Ruberto, ha presentato già diverse denunce ai carabinieri per i fatti avvenuti. Nonostante il danno, nei giorni scorsi il servizio di trasporto per gli scolari è stato comunque garantito. Nel frattempo, per evitare ulteriori danni e prelevamenti di carburante, i mezzi sono stati spostati nel deposito Sieci di Scauri, dove dovrebbe essere garantita una maggiore sicurezza. Sul caso indagano i carabinieri della stazione di Scauri.
Giuseppe Mallozzi

La Provincia 21-12-2012

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share