• Home »
  • Politica »
  • Case popolari, la denuncia del delegato Marco Moccia: “Situazioni al limite della decenza”
Case popolari, la denuncia del delegato Marco Moccia: “Situazioni al limite della decenza”

Case popolari, la denuncia del delegato Marco Moccia: “Situazioni al limite della decenza”

Il delegato Marco Moccia alle case popolari di Marina di Minturno

Il delegato Marco Moccia alle case popolari di Marina di Minturno

Questa mattina con un gruppo di volontari il delegato alle politiche abitative e al mutuo sociale del Comune di Minturno, Marco Moccia, è stato alle case popolari di Marina di Minturno in via Pastino Grande per ascoltare le istanze ed i problemi dei cittadini.

Ci sono situazioni al limite della decenza – denuncia il delegato – E’ inammissibile che al giorno d’oggi le palazzine siano prive di ascensori, nonostante la presenza di persone non deambulanti, è altresì vergognoso che nonostante da poco siano stati fatti lavori di manutenzione ci siano crepe nei muri all’interno ed all’esterno degli edifici. A questo punto mi chiedo a cosa serve la pagliacciata dei lavori, se non servono a risolvere realmente i problemi di umidità, muffa ed infiltrazioni varie, ma servono unicamente a mettere delle toppe sparse un po’ dappertutto solo per rabbonire i cittadini indignati da questo stato di cose”.

Ho inoltre constatato – continua Moccia – che ci sono casi di sovraffollamento all’interno di singole abitazioni con evidenti ripercussioni sulla sicurezza ed incolumità degli stessi abitanti,ed anche casi di persone occupanti abusivamente, chiedo per questo un intervento celere da parte delle autorità preposte, in primis l’Ater nella persona del locale consigliere, affinché intervengano in tempi rapidi al fine di risolvere una volta per tutte queste incresciose situazioni di degrado”.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share