Camorra, maxi sequestro di beni a famiglia vicina a Casalesi

Camorra, maxi sequestro di beni a famiglia vicina a Casalesi

DIA

DIA

Beni per due milioni di euro sono stati sequestrati dalla Direzione Investigativa Antimafia di Roma, alla famiglia D’Alterio, contigua al clan dei Casalesi. Il provvedimento e’ stato adottato dal Tribunale di Latina su proposta del Direttore della D.I.A. ed e’ costituito beni mobili e immobili localizzati nei comuni del basso Lazio e precisamente a Fondi, Sperlonga, Formia,Sezze e Latina e consistenti in societa’ di trasporto, fabbricati, terreni, veicoli e rapporti finanziari.

I beni, per un valore di due milioni di euro, sono stati confiscati con decreto ai sensi della normativa antimafia e contestuale misura di prevenzione personale nei confronti dei pregiudicati Giuseppe D’Alterio (nato nel 1956), Luigi D’Alterio (nato nel 1979), Melissa D’Alterio (nata ne 1981) e Armando D’Alterio (nato nel 1983), padre e figli, nel 2010 arrestati a seguito dell’indagine Sud Pontino.

Il provvedimento è stato adottato dal Tribunale di Latina, al termine di un iter processuale avviato con la formulazione, da parte del Direttore della DIA, di un’articolata proposta di applicazione di misure di prevenzione patrimoniali e personali, che seguiva il sequestro d’urgenza dei beni emesso sempre nel 2010 dalla DDA di Napoli, a conclusione dell’attivita’ investigativa citata. L’operazione ha consentito di sottrarre alla famiglia D’Alterio, contigua al clan dei Casalesi, un patrimonio stimato in circa 2 milioni di Euro, costituito da beni mobili e immobili localizzati nei comuni pontini e consistenti in: 2 societa’ di trasporto e relativi beni strumentali, immobili e mobili registrati, 4 fabbricati, 1 terreno, 26 veicoli, 17 rapporti finanziari.

Fonte: AGI

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share