Sciopero Vtm, l’azienda invia un comunicato ai lavoratori

Sciopero Vtm, l’azienda invia un comunicato ai lavoratori

La ex Prima Iver

La ex Prima Iver

L’amministratore delegato della Vtm, Salvatore Pantano, ha inviato un comunicato ai lavoratori nel quale fa delle precisazioni sullo stato di salute dell’azienda e su quanto apparso sugli organi di stampa in questi giorni.

“Gli stipendi arretrati – si legge nella nota – si riferiscono ad un mese e mezzo e non a tre, come sostiene l’articolo, di cui residua il solo saldo di Dicembre 2012 e il mese di Gennaio 2013 scaduto da soli tre giorni.

Non esiste nessun fondamento sulla notizia di delocalizzazione degli impianti di Minturno verso altri territori in quanto la nuova acquisizione Vernimec è dotata dei propri impianti altamente tecnologici e dei propri clienti che sono diversi da quelli per cui lavora l’impianto di Minturno.

Le prospettive di lavoro nel breve e medio termine sono positive per l’impianto di Minturno in quanto sono inc orso trattative commerciali rivolte a consolidare e migliorare il fatturato attuale e quindi l’occupazione locale.

Alcuni ritardi nei pagamenti sono attualmente causati dalla crisi generale, dalle restrizioni in atto del credito da parte delle banche e non ultimo dai gravi danni subiti a causa dell’incendio dell’impianto B di Minturno che ha rallentato la produzione, il fatturato e fatto lievitare i costi di intervento straordinario per evitare interruzioni che ci avrebbero fatto perdere il cliente più importante di Minturno.

Il signor Riccardo Semrov è stato pienamente autorizzato ad operare a nome e per conto della Direzione di stabilimento VTM di Minturno ricoperta dal sottoscritto Dr. Salvatore Pantano in virtù di delega a suo tempo rilasciata e comunicata ai lavoratori e agli stessi sindacati che non possono fingere di non esserne a conoscenza”.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share