Affidata la gestione del canile comunale

Affidata la gestione del canile comunale

Canile

Canile

La giunta comunale di Minturno ha affidato ufficialmente la gestione del canile municipale, che sta per aprire i battenti. L’esecutivo guidato dal sindaco Paolo Graziano ha confermato l’affidamento della gestione all’associazione «Help Ralph’s Friends», associazione di Scauri che aveva stipulato una convenzione con il Comune già nel marzo del 2010. Una convenzione che prevede una durata di cinque anni, con gli stessi prezzi già pattuiti all’epoca dell’assegnazione con l’associazione che ha confermato la propria disponibilità a gestire il servizio.

Come già annunciato dal delegato comunale, Francesco Sparagna, la struttura ha avuto l’ok della Asl ed è pronta ad ospitare i primi cani «minturnesi» che, come è noto, sono ospitati in altre strutture con costi che si aggirano sui 370mila euro annui. Nella stessa delibera della giunta è stato stabilito che, inizialmente, nella struttura di via Pantano Irto, saranno ospitati 80 cani dei 148 attualmente custoditi nel canile La Mimosa di Fondi.

«Ciò che ci interessava maggiormente –ha detto Francesco Sparagna, delegato al settore che si è interessato della questione – era riuscire ad aprire una struttura bloccata dai soliti lacci e laccioli burocratici. Si tratta di un importante risultato per Minturno che è uno dei pochi Comuni nel Lazio che può vantare un proprio canile».

La struttura era quasi terminata nel 2004, ma puntualmente emergevano problematiche di varia natura. Col passare del tempo la struttura si era deteriorata e si erano presentati altri problemi, uno dei quali riguardava l’allaccio della energia elettrica, anche questo superato. Poi l’ok della Asl e l’apertura del tanto atteso canile, che però non potrà, almeno per ora, ospitare più di cento esemplari.

Fonte: Latina Oggi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share