Lancio di petardi dagli spalti dello stadio, condannato

Lancio di petardi dagli spalti dello stadio, condannato

Il Tribunale di Gaeta

Il Tribunale di Gaeta

Si è concluso ieri mattina presso la sezione distaccata di Gaeta del tribunale penale di Latina il processo a carico di Marco Conte. Lo studente di Minturno di 27 anni, accusato di violazione delle norme che regolano le manifestazioni sportive, detenzione di materiale esplodente, getto pericoloso di cose, istigazione a commettere reati e oltraggio a pubblico ufficiale ha patteggiato tramite il suo avvocato di fiducia Vincenzo Macari una condanna a 10 mesi di reclusione.

Secondo quanto accertato in sede dibattimentale, l’imputato si era recato allo stadio Caracciolo Carafa di Minturno il 2 settembre 2012 per assistere alla gara del campionato di <Promozione> tra la squadra locale (Città di Minturno – Marina) e la Nuova Cassino. Doveva essere una giornata di sport ed invece a pochi minuti dal fischio d’inizio, decise di portarsi all’esterno della recinzione dello stadio e lanciare un petardo sugli spalti. Fortunatamente senza raggiungere nessuno.

Nonostante avesse il volto travisato da un passamontagna, fu ugualmente individuato ed arrestato da polizia e carabinieri. Aveva con sè altri due petardi. Ieri il giudice Carla Menichetti ha disposto la sospensione della pena e la revoca del divieto di accesso agli impianti sportivi.
Antonello Fronzuto

La Provincia 14-03-2013

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share