• Home »
  • Attualità »
  • Vtm, proclamato lo sciopero a oltranza per il mancato pagamento degli stipendi arretrati
Vtm, proclamato lo sciopero a oltranza per il mancato pagamento degli stipendi arretrati

Vtm, proclamato lo sciopero a oltranza per il mancato pagamento degli stipendi arretrati

La ex Prima Iver

La ex Prima Iver

“Le Rsu della Vtm (ex Prima Iver) hanno proclamato lo sciopero a oltranza dei dipendenti dello stabilimento di Minturno”. Lo rende noto il responsabile provinciale dell’Ugl Chimici Latina, Eliseo Fiorin, evidenziando come “dopo l’adesione totale registrata nello sciopero di ieri, con questa decisione i lavoratori vogliono rimarcare la propria contrarietà verso l’atteggiamento della direzione aziendale, che non ha rispettato l’impegno di corrispondere le mensilità arretrate”.

“Nonostante il mancato pagamento delle retribuzioni da febbraio – spiega Fiorin – fino a ieri i lavoratori hanno continuato ad effettuare il proprio lavoro con grande senso di responsabilità, ma ora, dopo l’ennesima promessa non mantenuta, non possono più accettare sacrifici. Inoltre, con un comunicato affisso in bacheca, l’amministratore delegato ha affermato che parte delle criticità aziendali sono dovute al fatto che alcune vertenze di lavoro sono state accolte in giudizio d’appello, invitando dunque i dipendenti a rivolgersi direttamente alla direzione per eventuali problemi ed evitando, quindi, di coinvolgere il sindacato o adire le vie legali. Un atteggiamento inaccettabile, che contribuisce ad acuire invece che risolvere le problematiche esistenti”.

Per Domenico Pensiero, Rsu Ugl della Vtm, “è incredibile come l’azienda, con una nota affissa in bacheca, cerchi di screditare le rappresentanze sindacali dei lavoratori sostenendo che l’erogazione del salario, ormai non regolare da mesi, sia la scelta di un sindacalismo irresponsabile”.

“Con la protesta ad oltranza – conclude Pensiero – vogliamo evidenziare l’esasperazione per le serie difficoltà economiche che stiamo vivendo, insieme alle nostre famiglie: l’azienda ponga fine immediatamente ad un atteggiamento che rischia di sfociare nell’ennesimo dramma sociale”.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share