A Scauri il convegno dei meridionalisti

A Scauri il convegno dei meridionalisti

Regno delle Due Sicilie

Regno delle Due Sicilie

Nuovo appuntamento culturale, questa volta a Scauri, sulla controversa fase storica della fine del Regno delle due Sicilie e la nascita del meridione italiano contemporaneo. Un appuntamento già ricco di capitoli andati in scena negli ultimi anni nel comprensorio e che ha sempre attratto l’interesse di molti.

Domani presso le sale del ristorante “Signori si nasce”, alle 19 e 30 si svolgerà il convegno, dedicato alla storia negata dal regime savoiardo, moderato da Ortensia De Cesare, sicuramente pronipote della brigantessa Michelina De Cesare di Campoli, eroina e combattente contro i piemontesi, impiccata, stuprata e appesa nuda all’ingresso del suo paese per incutere paura ai campolesi. Saranno poi presenti Domenico Offi di Roccaromana e Antonio Ciano, scrittore ed esperto storico gaetano noto per le sue tesi meridionaliste.

Dura sarà l’analisi sull’opinione pubblica italiana, “invasata – dichiarano in una nota gli organizzatori – da testi scolastici menzogneri, da una epopea risorgimentale falsa e tendenziosa. Il Regno delle Due Sicilie era il regno più ricco d’Italia: un milione e 600mila erano gli operai che lavoravano nelle industrie contro il milione 100mila del Nord, l’agricoltura era all’avanguardia, come pure i commerci, le compagnie di assicurazione, l’artigianato, le scuole di formazione, primarie e secondarie in tutto il Regno.

In pochi mesi – proseguono ricordando le parole di Giacinto De Sivo -, ‘i giornali stamparono la statistica delle vittime nel napolitano in nove mesi; noverarono 8968 fucilati, 10604 feriti, 6112 prigionieri, 64 sacerdoti fucilati, 22 frati, 918 case arse, sei paesi dati in foco, 2903 famiglie perquisite, 12 chiese saccheggiate, 60 ragazzi e 48 donne uccise, 13529 arrestati, 1428 comuni sollevati…’.

La Civiltà Cattolica, rivista dei gesuiti, scrisse che vi furono un milione di morti. Un eccidio infame, ed oltre cento paesi distrutti e incendiati”. Annunciata ma non ancora confermata infine la presenza di Pino Aprile, che con il Best Seller “Terroni” ha venduto oltre 300mila copie.

Fonte: H24Notizie.com

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share