Dario Vassallo a Minturno

Dario Vassallo a Minturno

Erminio Di Nora e Dario Vassallo

Erminio Di Nora e Dario Vassallo

E’ stato un evento molto interessante quello tenutosi questa mattina presso il Pub “Lo Scoglio” di Scauri e organizzato da Erminio Di Nora. Ospite della città di Minturno Dario Vassallo, fratello di Angelo, il “Sindaco Pescatore”, al quale è stata intitolata una fondazione e che ha parlato di argomenti come legalità e giustizia.

All’evento sono intervenuti il sindaco Paolo Graziano, il presidente del consiglio comunale Gianni Izzo, l’assessore all’ambiente della Provincia di Latina Gerardo Stefanelli, il vicesindaco di Santi Cosma e Damiano Vincenzo Petruccelli, e le forze dell’ordine: il comandante del Gruppo Guardia di Finanza di Formia Luca Brioschi, il dirigente del commissariato di Polizia di Formia Paolo Di Francia, il comandante della stazione carabinieri di Scauri Armando Esposito, il comandante del Locamare di Scauri Salvatore Sciadone.

Dario Vassallo ha raccontato la vita e l’opera del fratello, sindaco di Pollica, in provincia di Salerno, per tre mandati: dal 1995 al 1999, dal 1999 al 2004 e dal 2005 al 2010. Nel 2010 si era presentato per un quarto mandato: unico candidato era stato rieletto il 30 marzo con il 100% dei voti.

Angelo Vassallo

Angelo Vassallo

Nel 2009 Angelo Vassallo si è fatto promotore della proposta di inclusione della dieta mediterranea tra i Patrimoni orali e immateriali dell’umanità. La proposta è stata accolta dall’UNESCO il 16 novembre 2010, a Nairobi. La delegazione del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, presente in Kenya per la proclamazione, ha dedicato il riconoscimento alla figura del suo promotore. Vassallo ha poi fondato il “Centro studi per la Dieta Mediterranea”. Il centro ha sede nel castello dei principi Capano di Pollica.

Vassallo era noto come il sindaco pescatore, per il suo passato di pescatore e per l’amore per il mare e la terra, che nella sua attività di amministratore lo aveva sempre guidato. Tra le opere che vanno ricordate non può mancare il “Museo vivo del mare”, istituito nella frazione di Pioppi, presso il castello di Vinciprova.

La sera del 5 settembre 2010, mentre rincasava alla guida della sua auto, Angelo Vassallo è stato barbaramente ucciso, per mano di uno o più attentatori. I suoi assassini sono ancora ignoti. Viene ricordato ogni anno il 21 marzo nella Giornata della Memoria e dell’impegno di “Libera”, associazioni, nomi e numeri contro le mafie.

Il messaggio di Dario Vassallo, nel ripercorrere l’opera di suo fratello, è stato semplice e chiaro: la politica deve essere vicina ai veri bisogni della gente, valorizzare le risorse del territorio e produrre ricchezza e lavoro. “Ci vuole coraggio per affrontare problemi – ha detto – un sindaco deve essere capace anche di dire no per il bene della comunità”.

Spesso i Comuni, in particolare quelli del sud Italia, sono resi lenti dalla burocrazia e dal lassismo: “Per intitolare a mio fratello una biblioteca ci sono voluti tre anni, quando al Nord vengono intitolate piazze, strade in pochi mesi. Bisogna cambiare questa mentalità”.

Il suo è stato un messaggio di speranza, nei giovani e nel futuro, nonostante si parli di un uomo che è stato assassinato.

Diversi, infine, gli interventi delle autorità e del pubblico presente, che hanno dato vita ad un dibattito costruttivo.
Giuseppe Mallozzi

VIDEO

Immagine anteprima YouTube

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share