Velok in arrivo anche a Scauri e Marina di Minturno

Velok in arrivo anche a Scauri e Marina di Minturno

Installazione Velok a Scauri (foto di Gabriele Rossi)

Installazione Velok a Scauri (foto di Gabriele Rossi)

Alla fine sono arrivati anche a Minturno. I temuti Velok, già ampiamente conosciuti dagli automobilisti sulla superstrada Sr630 all’altezza dei Comuni di Spigno Saturnia e di Sant’Antonio Abbate, saranno installati a Scauri e Marina. Proprio questa mattina, i primi sono stati montati sulla Via Appia, dopo il Pub “La Birretta”.

La notizia ha subito fatto il giro della rete. Su Facebook il primo a postare una foto nel gruppo “Basta autovelox tra Gaeta e Cassino” è stato Gabriele Rossi (autore della foto sopra), che non ha mancato di avvertire gli utenti iscritti: “Ragazzi state attenti! Questa mattina li stavano montando sulla salita di Scauri!”

Il limite sulla Via Appia è di 50 chilometri orari, quindi bisogna stare attenti a non schiacciare troppo il pedale dell’acceleratore in quel tratto di strada, dove solitamente si corre. I commenti alla foto postata non sono stati molto lusinghieri. Emilio Camuso scrive: “Giusto giusto ora che arriva l’estate così con i forestieri si fanno un po’ di soldi”, seguito da un altro utente: “Poi si lamentano che i turisti nel 2013 non ci sono! tra tasse di soggiorno e autovelox”.

Installazione Velok a Scauri (foto di Mauro Iannotta)

Installazione Velok a Scauri (foto di Mauro Iannotta)

Anche Mauro Iannotta (autore della foto qui affianco) ne ha postata un’altra, commentando così: “Li stanno mettendo sul tratto di strada che da Santa Croce scende fino alla Parrocchia dell’Immacolata. Un tratto di strada rettilineo e che gli automobilisti prendono per un tratto di pista da formula uno, questo tratto di strada, credo, ha il più alto numero di vittime, dovute all’eccessiva velocità, di tutto il Comune di Minturno. Ora c’è, sicuramente, qualcuno che dirà che servono a far soldi e rimpinguare le casse comunali, rispondo con una domanda: Quanto vale vale una vita?”

Da ricordare, in effetti, che proprio su quel tratto di strada morì oltre un anno fa una signora anziana, Filomena Valerio, investita mentre tornava dalla messa alla Chiesa dell’Immacolata.

La notizia di queste installazioni non è comunque nuova. Qui su Minturnet l’avevamo data già oltre tre mesi fa. L’assessore alla qualità della vita Fabio Saltarelli – che in questi giorni aveva annunciato che i proventi delle sanzioni riguardanti infrazioni al Codice della Strada sarebbero stati utilizzati per riparare le strade cittadine – aveva dichiarato che il ricorso ai Velok è reso necessario “per mettere in sicurezza il lungomare, dove in qualche circostanza c’è chi spinge troppo sull’acceleratore. Generalmente servono ad indicare agli automobilisti che c’è un limite di velocità da rispettare, ma in alcuni casi possono essere dotate di autovelox e con l’ausilio da una pattuglia della polizia locale si possono contestare le infrazioni. E’ noto che questo tipo di apparecchiature, a chi le ha utilizzate, ha portato dei benefici in termini di riduzione di velocità e quindi di un decremento di incidenti”.

“Il nostro obiettivo – aveva inoltre dichiarato a suo tempo l’assessore Saltarelli – è quello di utilizzare le colonnine arancioni anche lungo via della Dogana e lungo via per Castelforte, dove il limite di velocità viene spesso ignorato. Certamente saranno messe in sicurezza, con apposizione di occhi di gatto, così come abbiamo già fatto a Scauri alta”.

Una notizia che non farà di certo piacere ai tanti automobilisti minturnesi, che si troveranno colonnine arancioni dappertutto.

Giuseppe Mallozzi

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share