• Home »
  • Attualità »
  • Abusivismo edilizio, nasce l’associazione “Il Levante di Monte d’Argento” per monitorare il fenomeno
Abusivismo edilizio, nasce l’associazione “Il Levante di Monte d’Argento” per monitorare il fenomeno

Abusivismo edilizio, nasce l’associazione “Il Levante di Monte d’Argento” per monitorare il fenomeno

Erosione spiaggia Pantano Arenile

Erosione spiaggia Pantano Arenile

Abusivismo edilizio ed erosione della spiaggia, negli ultimi anni hanno devastato la zona di Levante di Monte d’Argento, trasformata da colate di cemento e da fenomeni naturali.

Un sostanzioso gruppo di residenti, decisi a salvaguardare e rilanciare tutta la zona compresa tra Monte d’Argento e la foce del Garigliano, si sono uniti in un’associazione di volontariato e soprattutto apolitica, denominata «Il Levante di Monte d’Argento», presieduta da Augusto Romano, che sarà il portavoce assieme alla vice-presidente Anna Patrizia Guerra e alla segretaria Anna Corrente. L’obiettivo del sodalizio è quello di rappresentare le esigenze e le richieste dei cittadini della zona di Peccennone e Via degli Arenili, sottoponendo all’Amministrazione comunale le problematiche che stanno devastando ed addirittura mettendo a serio rischio chiusura le attività commerciali che operano in questa area del Comune di Minturno.

«Metteremo in risalto – ha affermato il presidente Augusto Romano – i necessari ed indispensabili interventi da effettuare in questa zona, perché, è evidente, che soltanto chi vive i problemi da vicino è anche in grado di proporre le opportune iniziative che potrebbero poi essere realizzate, sempre in sinergia con la stessa Amministrazione. Siamo convinti che questa area abbia delle grandi potenzialità, ma per ottenere un sostanziale cambiamento della zona, è necessario coinvolgere seriamente e direttamente sia la cittadinanza del posto che l’Amministrazione comunale.

Ormai il tempo delle lamentele è finito ed è iniziato il tempo di agire! Soltanto imparando a non delegare ma ad essere protagonisti della gestione dell’interesse generale e collaborando con l’Amministrazione comunale, si potrà interrompere questa ‘pericolosa’ e purtroppo spesso sottovalutata fase di declino che, anno dopo anno, ha portato cittadini ed attività commerciali a non credere più in un territorio devastato da una sorta di degrado sociale e commerciale».

Il massimo esponente dell’associazione inoltre ha rimarcato come questa parte del territorio comunale conti circa mille abitanti, cinque attività commerciali al dettaglio, dieci stabilimenti balneari e campeggi e numerose attività di liberi professionisti.

«Tutte queste persone – ha concluso Romano – hanno deciso di non scappare dalle problematiche croniche, ma hanno scelto di rimboccarsi le maniche per difendere la propria casa e le proprie attività commerciali, per le quali hanno fatto sacrifici e programmato il futuro per loro e per i propri figli».

Fonte: Latina Oggi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share