• Home »
  • Magazine »
  • Un mercato del contadino anche a Minturno, la proposta di Erminio Di Nora
Un mercato del contadino anche a Minturno, la proposta di Erminio Di Nora

Un mercato del contadino anche a Minturno, la proposta di Erminio Di Nora

Mercato del contadino

Mercato del contadino

Dal sito internet della Regione Lazio apprendiamo che la legislazione nazionale consente ai soggetti che esercitano attività agricola (agricoltori e cooperative agricole iscritti nel Registro delle Imprese, aziende agricole di Istituzioni Pubbliche, Consorzi di bonifica e irrigazione, imprese agromeccaniche) di fruire di carburante parzialmente o totalmente esente dalle accise, destinato a lavorazioni agricole e orticole, all’allevamento, alla selvicoltura e pescicoltura e alle coltivazioni sotto serra.

La Regione Lazio ha emanato una serie di norme e di atti amministrativi che disciplinano la materia, ripartendo le competenze tra la Regione ed i 47 Comuni capofila: la Regione esercita funzioni di indirizzo, coordinamento, direttiva e controllo al fine di garantire servizi di qualità agli utenti attraverso procedure operative di semplice ed omogenea applicazione sull’intero territorio regionale; i 47 Comuni capofila, destinatari di specifica delega ai sensi della L.R. n. 14 del 06/08/1999 parte A, e parte B provvedono alla valutazione istruttoria delle richieste loro presentate dagli utenti agricoli, alla tenuta dei relativi fascicoli ed alla materiale assegnazione dei quantitativi di carburante agevolato a ciascuno spettanti, utilizzando l’applicativo informatizzato UMA, approntato e gestito da LAIT S.p.A. Ogni Comune capofila ha competenza su ambiti territoriali cui appartengono diversi Comuni.

In particolare nella Regione Lazio le procedure e le norme tecniche sono disciplinate da varie disposizioni tra cui: dalla Deliberazione della Giunta regionale 05 settembre 2003, n. 843, che detta le linee guida sulle procedure cui i Comuni capofila devono fare riferimento per la concessione delle agevolazioni fiscali in materia di carburanti per impieghi agricoli; dalla Deliberazione della Giunta regionale 07 novembre 2006 , n. 806 che approva le tabelle relative ai consumi medi dei prodotti petroliferi impiegati in lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella silvicoltura e pescicoltura e nelle produzioni sotto serra ai fini dell’applicazione delle aliquote ridotte o dell’esenzione dell’accisa.

Gli aventi diritto all’agevolazione fiscale sui carburanti agricoli possono presentare le domande di assegnazione di carburante agevolato presso i Comuni capofila di competenza, personalmente oppure attraverso le Organizzazioni Professionali Agricole Regionali (OO.PP.AA.) e i Centri di Assistenza Agricoli (CAA) che sono stati appositamente autorizzati ed abilitati dalla Regione Lazio.

A Minturno intendiamo avviare, con il sostegno e la collaborazione di tutti, sia il mercato del contadino, sia più specificatamente il progetto localizzato nelle nostre realtà, e denominato “A Casa del contadino”.

Con il Mercato del Contadino l’obiettivo che si intende raggiungere è quello di offrire, una volta alla settimana, solo ed esclusivamente agli agricoltori e acquicoltori iscritti, in regola con i pagamenti degli oneri dovuti per esercitare tale attività, la possibilità di commercializzare i frutti della terra e del mare, così come stabilito dall’art. 2135 del Codice Civile, in un sito individuato dall’Amministrazione Comunale, invitando gli interessati a partecipare, ed estendendo l’invito a quegli artigiani che un tempo realizzavano borse per la spesa con strame, o cestini da portare sul capo, o strumenti per la terra in ferro battuto e/o in legno, così da far rivivere anche alle nuove generazioni e ai turisti, momenti di aggregazione.

Non si vuole penalizzare nessuna attività commerciale di ortofrutta ma, al contrario, integrarle permettendo anche di garantire la tracciabilità e la qualità, facendo conoscere dove e come trovare determinati prodotti.

A Casa del Contadino nasce invece da una idea, quella di un servizio navetta che porti ogni settimana un certo numero di persone a visitare le aziende agricole, con fermate dedicate a formaggi, animali, frutta, verdura, agriturismo, degustazione di prodotti tipici.

Trecento le aziende presenti nel comprensorio alla base di questo progetto, ambizioso per le caratteristiche socio-economiche che riveste il settore primario per l’intera collettività.

Saranno indubbiamente coinvolte le Associazioni di categoria, invitate a collaborare e a sostenere questa iniziativa secondo le indicazioni che verranno date dall’Amministrazione e concordate con gli altri Comuni interessati, ma soprattutto con la categoria.

Lo spirito che alimenta queste proposte è indubbiamente quello della crescita dell’intera collettività, della riqualificazione e valorizzazione della figura del Contadino, dell’avvicinamento alla terra da parte delle nuove generazioni, anche attraverso la trasformazione dei prodotti, l’immagine vera di un turismo eco-sostenibile, il sapore della genuinità dei prodotti, l’umiltà e la costanza di chi dalla terra trae il proprio sostentamento : la Dignità di un Lavoro Onesto nella Natura.

Erminio Di Nora

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share