Inchiesta sugli autovelox di Minturno

Inchiesta sugli autovelox di Minturno

Autovelox

Autovelox

Gli autovelox installati dal Comune di Minturno sulla variante Appia che collega il ponte del Garigliano a Formia, all’attenzione della magistratura. A far aprire l’inchiesta un gruppo di automobilisti multati, i quali, attraverso un legale, hanno presentato un esposto presso gli uffici giudiziari del Tribunale di Latina, rilevando la presunta illegittimità delle due macchinette che hanno immortalato migliaia di automobilisti che hanno superato i novanta chilometri orari.

Nella nota presentata, i ricorrenti pongono l’accento su presunte anomalìe (poca visibilità degli apparecchi ed altro) che dovrebbero rendere nulle le multe. La Procura ha incaricato i carabinieri di accertare la veridicità di quanto sostenuto dagli automobilisti multati (in gran parte residenti in Campania).

Gli inquirenti hanno così chiesto una dettagliata relazione alla polizia locale, che ha precisato invece la regolarità delle macchinette, che funzionano già da diverso tempo. Toccherà alla autorità giudiziaria poi stabilire se il tutto è in regola o se andranno prese posizioni. I due autovelox sono posizionati nei due sensi di marcia della variante Appia: uno si trova sulla carreggiata in direzione Napoli a poche centinaia di metri dal ponte del Garigliano e l’altro invece è nella zona Vaglio, poco prima del distributore. In verità, sino a qualche tempo fa, c’era un altro autovelox permanente sulla variante, posizionato all’entrata di Minturno in direzione Formia, ma è stato tolto.

I due apparecchi sono sempre in funzione, a differenza invece dei Velok appena installati. Infatti l’autovelox, come già riferito nei giorni scorsi, è uno solo e viene installato a turno in una delle dieci colonnine dislocate sul territorio comunale.

Insomma, non c’è autovelox sul quale non si apra una disputa tra automobilisti-paganti ed enti installatori. E come volevasi dimostrare anche stavolta le irregolarità, presunte, non sfuggono ai malcapitati. Al via così ai primi ricorsi e contestazioni giudiziarie. Vedremo come andrà a finire e chi avrà ragione.

Fonte: Latina Oggi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share